Firenze


Visitare Firenze con bambini

Firenze con i bambini: cosa vedere e cosa fare

Firenze, come tutte le grandi città d’arte, può sembrare una meta poco adatta per una vacanza con bambini. Niente di più falso, la città ha molto da offrire anche ai più piccoli con tanti spazi dedicati a loro e attività perfette per tutta la famiglia. Lasciando da parte i musei più impegnativi ed affollati, ci sono tanti altri punti di interesse sui quali costruire dei percorsi di visita mirati per trascorrere una bella giornata insieme ai bambini.

In questo articolo voglio darvi alcuni suggerimenti su cosa vedere e cosa fare se viaggiate con bambini. Un mix di curiosità, musei, attrazioni e punti panoramici per visitare la città in modo divertente.

Strofinare il naso del Porcellino

Iniziamo con un curiosità legata ad uno dei simboli di Firenze. Il cosiddetto Porcellino è una fontana con statua in bronzo che si trova nei pressi della loggia del Mercato Nuovo, non distante da Ponte Vecchio. Realizzata dalla scultore Pietro Tacca nel 1612, l’0pera è una copia di un marmo di epoca romana che si trova agli Uffizi. Il nome non deve ingannare perché la statua non rappresenta un porcellino ma un cinghiale. Il Porcellino è protagonista di una credenza popolare secondo cui strofinare il suo naso porti fortuna. Dopo aver toccato il naso del porcellino dovete mettere una moneta nella sua bocca; se la moneta cade ed entra nella grata della fontana, avrete fortuna altrimenti no. Ogni giorno moltissime persone tentano la fortuna in questo modo ed infatti il naso del porcellino è particolarmente lucido e splendente.

Attraversare Ponte Vecchio

Ponte Vecchio è uno dei monumenti più famosi della città ed è un ottimo esempio di cosa si può trovare a Firenze, facendo una passeggiata nel centro storico. Il ponte è celebre sia per la sua storicità che per le sue caratteristiche che lo rendono unico al mondo. Attraversandolo potrete ammirare una serie di piccole casette occupate dai laboratori e dai negozi degli orafi, una vista mozzafiato sui lungarni e, se alzerete il naso, noterete il Corridoio Vasariano, un passaggio segreto che serve per collegare Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti.

Attraversare Ponte Vecchio
Ponte Vecchio (Photo by Luca Tacinelli on Unsplash)

Giostra in Piazza della Repubblica

Situata proprio nel cuore del centro storico, non distante da Piazza della Signoria e Piazza del Duomo, Piazza della Repubblica corrisponde all’antico foro romano. Qui infatti, nel punto in cui sorge la Colonna dell’abbondanza, si incrociavano il cardo e il decumano, le due strade principali dell’insediamento romano. Nella piazza, ai primi del ‘900 venne installata una giostra che ormai è diventata un vero e proprio pezzo di storia della città. Lo stile della giostra è assolutamente classico e fiabesco con cavallini e carrozze senza macchine o mezzi moderni. La giostra non ha una musica invadente e non gira troppo forte così anche i più piccoli possono fare un giro in tutta sicurezza.

Visitare Firenze con bambini e fare un giro sulla giostra in Piazza della Repubblica
Giostra in Piazza della Repubblica (Photo by Bucography on Unsplash)

Salire sulla cupola del Duomo

Nell’introduzione ho parlato anche di punti panoramici e quale miglior punto panoramico della cupola del Duomo? Il capolavoro del Brunelleschi, vero e proprio miracolo di ingegneria, sorge su una base posta a 60 metri di altezza a cui ne aggiunge altri 56. In pratica, la lanterna che si trova sulla cima della cupola è la struttura più elevata di tutta la città e da lassù si può ammirare un panorama impareggiabile. Ve lo dico subito, la salita è impegnativa sia perché ci sono 463 gradini da fare sia perché si deve passare in spazi angusti, pertanto è sconsigliata a chi soffre di claustrofobia o vertigini. Un’alternativa, un po’ più agevole, è la salita sul Campanile di Giotto che offre a sua volta una vista fantastica sulla città.

Salire sulla Cupola del Brunelleschi

Museo Galileo

Il Museo Galileo di Firenze si trova in Piazza dei Giudici a due passi dagli Uffizi e da Ponte Vecchio. Il percorso museale si snoda attraverso 18 sale tematiche, in cui sono esposti molti strumenti scientifici collezionati dai Medici e dai Lorena tra il XVI ed il XIX secolo. Il museo è dotato anche di un laboratorio multimediale utilizzato durante le numerose attività didattiche proposte alle scuole e non solo. Ogni weekend infatti, il Museo Galileo propone degli incontri dedicati ai bambini di tutte le età; un’ottima occasione per imparare qualcosa divertendosi.

Per tutte le informazioni sugli orari, i biglietti e le attività didattiche, vi consiglio di visitare il sito web ufficiale del museo.

Giardino di Boboli

Se visitate Firenze ed in particolare se lo fate con i vostri bambini, non potete assolutamente perdervi il meraviglioso Giardino di Boboli! Il parco si sviluppa alle spalle di Palazzo Pitti su un’area di 45.000 m² in un susseguirsi di viali alberati, piante rare, statue e fontane. Al suo interno si trovano anche alcuni musei, in particolare il Museo delle Porcellane che si trova nel Casino del Cavaliere e la Galleria del Costume che si trova nella Palazzina della Meridiana. Non distante da Boboli, sempre dalla stessa parte dell’Arno, ci sono un altro paio di giardini che vi consiglio di visitare: il Giardino Bardini e il Giardino delle Rose.

Cosa fare a Firenze con babini: visitare il Giardino di Boboli
Giardino di Boboli (Photo by Dimitris Kamaras / CC BY)

Museo La Specola

Tra i musei a carattere scientifico presenti a Firenze, voglio segnalare La Specola, un museo di storia naturale situato in Via Romana. Il museo si trova nello storico palazzo Torrigiani dove già nel 1775 si trovava il Reale Museo di fisica e storia naturale, il più antico museo scientifico d’Europa, di cui La Specola è il diretto erede. Il percorso museale accompagna i visitatori nella scoperta di un gran numero di specie animali (si tratta prevalentemente di un museo zoologico), con migliaia di esemplari esposti tra invertebrati, rettili, pesci, uccelli e mammiferi.

Sito web.

Piazzale Michelangelo e il panorama più classico

Un’altra cosa da fare a Firenze, è portare i bambini ad ammirare la città dal Piazzale Michelangelo, il suo punto panoramico più famoso. Il Piazzale è una magnifica terrazza che si affaccia sulla città da cui si gode di una vista a 180° su tutti i principali monumenti dalla Basilica di Santa Croce fino a Ponte Vecchio, con il Duomo, Palazzo Vecchio e i Lungarni. Potrete mostrare ai vostri bimbi la città in tutto il suo splendore e giocare a chi riconosce più cose.

Vista da Piazzale Michelangelo

Il Museo Archeologico, un tuffo nel passato

Abbiamo già visto un paio di musei a carattere scientifico, perfetti per un primo approccio alle scienze, ma Firenze è un città famosa soprattutto per l’arte e la sua storia. Un bel modo per entrare in contatto con la storia antica della città e della Toscana in generale, è visitare il Museo Archeologico che si trova in Piazza Santissima Annunziata. Il museo ha una delle collezioni più importanti in tutto il panorama italiano con importanti testimonianze della civiltà etrusca, di quella greca e romana. Chissà se i vostri bambini, ammirando i capolavori dell’arte antica come la Chimera di Arezzo, il Vaso Francois o il Sarcofago delle Amazzoni, non vorranno diventare dei piccoli Indiana Jones.

Sito web.

Chimera di Arezzo
Chimera di Arezzo (Photo by SailkoCC BY)

Museo Stibbert, tra armi, armature e cavalieri

Chiudo questo articolo con un dei miei musei preferiti: il Museo Stibbert. Da bambino ci sono stato non so quante volte e ogni volta restavo affascinato di fronte a tutti quei cavalieri con le loro armature scintillanti, le spade e gli scudi; per me ogni volta era come un sogno a occhi aperti. Nel museo c’è anche una sala in cui si possono indossare alcuni pezzi di armatura e fare una foto ricordo nelle vesti di un prode guerriero. Non credo che esista al mondo un solo bambino che non si innamorerebbe all’istante del Museo Stibbert!

Sito web.

Cosa vedere a Firenze con bambini: Museo Stibbert Firenze
Museo Stibbert

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy