Firenze


Cosa vedere a Vinci il paese di Leonardo

Vinci, sulle orme del genio di Leonardo

Vinci è un grazioso borgo di collina famoso in tutto il mondo per aver dato i natali ad uno dei più grandi geni della storia dell’umanità: Leonardo da Vinci. Nacque qui infatti nel 1452 il grande pittore, inventore, scienziato, ingegnere (e chi più ne ha più ne metta) del Rinascimento che, con le sue opere, ha lasciato un segno indelebile in tutti i campi del sapere e dell’arte.

Situato ad una cinquantina di chilometri da Firenze, Vinci si trova alle pendici del Montalbano nel Valdarno Inferiore ed è oggi parte del Sistema Museale “MuDEV – Museo diffuso dell’Empolese Valdelsa” di cui fanno parte anche i comuni di Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Empoli, Fucecchio, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Montaione Gambassi Terme e Certaldo.

Vinci Campanile

Cosa vedere a Vinci

La visita a Vinci non può che essere incentrata sulla scoperta dei luoghi che legato a Leonardo come la sua casa natale ed il museo a lui dedicato. Ma non solo, come vedremo Vinci e i suoi dintorni offrono anche altri spunti interessanti.

Casa natale di Leonardo da Vinci

A differenza di quanto si possa pensare, la casa natale di Leonardo non si trova proprio a Vinci ma nella frazione di Anchiano, ad un paio di chilometri di distanza. Recentemente restaurata, la casa di Leonardo presenta un bel percorso di visita ricco di contenuti multimediali e spunti interessanti.

Nella prima sala troviamo un percorso virtuale che ripercorre la storia del grande artista attraverso la sua produzione a partire dalle origini nella bottega del Verrocchio fino alla realizzazione delle opere più famose ed importanti. Nelle stanze della casa troviamo numerose testimonianze relative alla vita del maestro ed al suo legame con la sua terra d’origine. Una delle principali attrazione della casa è senz’altro l’ologramma di Leonardo da Vinci che racconta ai visitatori la storia del grande artista.

Casa natale di Leonardo da Vinci
Casa natale di Leonardo da Vinci (Photo by AlbaCiC / CC BY)

La casa di Leonardo è visitabile con il biglietto unico che prevede l’accesso anche al Museo Leonardiano che si trova a Vinci. Per informazioni dettagliate su orari e prezzi vi rimando al sito ufficiale del museo.

Museo Leonardiano di Vinci

Il Museo Leonardiano di Vinci è la seconda imperdibile tappa sulle orme di Leonardo da Vinci. Ospitato all’interno di due edifici storici come il Castello dei Conti Guidi e la Palazzina Uzielli, il museo si occupa di ripercorrere la vita e le opere del grande maestro avvalendosi della ricostruzione di oltre 60 delle sue macchine e dei suoi progetti nonché della riproduzione di molte delle sue opere. Qui spesso si tengono dei laboratori didattici, attività dedicate ai bambini e delle mostre temporanee molto interessanti.

Museo Leonardiano di Vinci
Museo Leonardiano di Vinci (Photo by Sailko / CC BY)

Così come la casa natale, anche il museo Leonardiano fa ampio uso di strumenti tecnologici ed esiste anche un app esso dedicata chiamata “Museo Leonardo Vinci”, molto ricca di informazioni su Leonardo e sul museo.

Castello dei Conti Guidi

Sede del Museo Leonardiano fin dal 1953 (anno di apertura del museo), il Castello dei Conti Guidi ospita numerosi modelli di macchine leonardesche ed alcune opere d’arte di pregio come la Madonna con il Bambino di Giovanni della Robbia e L’Uomo di Vinci, una grande cultura lignea di Mario Ceroli che si ispira al celebre Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci. Tra le varie macchine riprodotte all’interno del castello, troviamo il carro “automobile”, l’ala battente ed un modello in scala 1:2 della gru utilizzata per il completamento della cuspide della cupola del Duomo di Firenze. Sempre all’interno del castello troviamo la Biblioteca Leonardiana, una sala di ottica dedicata agli studi condotti da Leonardo sulla luce e, nella torre, una sala video che proietta documentari sul grande maestro. Infine, vi consiglio di salire sulla cima della torre per godere di una gran bella vista sulle colline circostanti!

Castello dei Conti Guidi a Vinci
Castello dei Conti Guidi a Vinci (Photo by Sailko / CC BY)

Chiesa di Santa Croce

La Chiesa di Santa Croce risale al Duecento ma nel corso dei secoli è stata rimaneggiata svariate volte e l’aspetto attuale, in stile neo rinascimentale, è il risultato di un rifacimento degli anni 20-30 del Novecento. Santa Croce conserva alcuni dipinti interessanti come Natività della Vergine di Francesco Brina, la Vergine del Rosario, la Maddalena, il Santissimo nome di Maria, il Miracolo di san Biagio attribuito a Gaetano Piattoli e un’Adorazione dei Magi di Pier Dandini. Nella Cappella del Crocifisso si trovano invece le reliquie della Santa Croce, un crocifisso ligneo ed un’immagine dell’Addolorata. Questa è la chiesa in cui fu battezzato Leonardo da Vinci e nel 1952, in occasione dei 500 anni dalla sua nascita, fu ripristinato l’antico fonte battesimale che si trova in una cappella ad esso dedicata.

Cosa vedere nei dintorni

Della casa natale di Leonardo abbiamo già parlato. Volendo è possibile raggiungerla a piedi percorrendo la Strada Verde, un percorso che collega Vinci ed Anchiano lungo circa 3 chilometri. L’itinerario è piuttosto agevole e pertanto è adatto anche alle famiglie; un’ottima occasione per coniugare natura e cultura!

A Sant’Ansano, poco meno di 4 chilometri da Vinci, si trova l’antica Pieve di San Giovanni Battista. La chiesa è un bellissimo monumento in stile romanico e risale alla fine del X secolo. All’interno si trovano alcune opere interessanti, in particolare una tela di Rutilio Manetti, Sant’Alessandro liberato dal carcere da un angelo, una tavola con Sant’Ansano e angeli attribuito a Puccio di Simone ed un Sant’Antonio da Padova, san Brunone e san Filippo Neri.

Pieve di San Giovanni Battista a Sant'Ansano
Pieve di San Giovanni Battista (Photo by Vignaccia76 / CC BY)

Se siete amanti della natura, potrebbe interessarvi anche il Padule di Fucecchio che si trova a 18 chilometri di distanza da Vinci. Con i suoi 2000 ettari circa, il Padule di Fucecchio è la più grande palude interna di Italia. Qui si trovano tantissime varietà di piante ed è possibile ammirare specie di uccelli come aironi, gru e cicogne.

Restando in zona, vi consiglio di visitare anche Empoli e Cerreto Guidi, un grazioso paesino con una bellissima Villa Medicea cinquecentesca.

Come arrivare a Vinci

In treno e bus: con il treno al massimo si può arrivare ad Empoli che dista circa 10 chilometri; nei pressi della stazione di Empoli si può prendere il bus che porta fino a Vinci (ci mette 25-30 minuti).

In auto: in macchina generalmente conviene fare la Firenze-Pisa-Livorno (FI-PI-LI) fino ad Empoli e poi seguire le indicazioni per Vinci.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy