Firenze
Firenze

Lo Scoppio del Carro a Firenze

Pasqua a Firenze, lo Scoppio del Carro

Scoppio del carro a Firenze

Origine dello Scoppio del Carro

Lo Scoppio del Carro è un’antica tradizione fiorentina che si celebra ogni anno la mattina del giorno di Pasqua. L’origine dello Scoppio del Carro risale al Medioevo ed in particolare all’impresa di Pazzino dei Pazzi che fu il primo a scalare le mura di Gerusalemme in occasione della prima crociata nell’anno 1099. In seguito a questa grande prova di coraggio, Goffredo di Buglione donò al fiorentino tre schegge di pietra provenienti del Santo Sepolcro; un’importante reliquia che ancora oggi è conservata nella chiesa di Santi Apostoli a Firenze.

Quando Pazzino rientrò dalla crociata, introdusse a Firenze l’usanza che avevano i crociati di accendere un fuoco benedetto nel giorno del Sabato Santo. Ogni anno quindi, le pietre riportate da Gerusalemme venivano utilizzate per dar vita a questo fuoco purificatore che i fiorentini utilizzavano per accendere il focolare domestico.

La cerimonia per lo Scoppio del Carro

Col tempo, questa usanza si trasformò in un evento spettacolare che ha in un carro pirotecnico, che i fiorentini chiamano “Brindellone“, il suo assoluto protagonista. Ogni mattina di Pasqua il Brindellone viene trainato da due paia di bovi fino in piazza del Duomo, tra il Battistero e la Cattedrale di Santa Maria del Fiore.

La cerimonia inizia con il Corteo della Repubblica Fiorentina che sfila lungo le vie del centro partendo dal Palagio di Parte Guelfa in direzione di Palazzo Vecchio. Da lì, il corteo prosegue alla volta della Chiesa dei Santi Apostoli per scortare il fuoco sacro fino a Piazza del Duomo.

Alle 10 di mattina c’è il sorteggio per il Calcio Storico Fiorentino che stabilisce gli incontri delle semifinali del torneo, mentre lo Scoppio del Carro è previsto per le 11.

Scoppio del carro a Firenze - Brindellone

Come funziona oggi lo scoppio del carro

All’interno del Duomo, viene dato fuoco alla miccia che fa partire una colombina lungo un filo metallico di 150 metri che attraversa tutta la navata e raggiunge il Brindellone all’esterno della chiesa. La colombina una volta raggiunto il carro da il via ad un intenso spettacolo pirotecnico che dura una ventina di minuti in un susseguirsi di scoppi e lampi. Una volta raggiunto il carro la colombina deve riuscire a tornare indietro fino al punto di partenza.

Il Brindellone

Il Brindellone è un grande carro decorato, a forma di torre, alto una decina di metri. Durante l’anno viene conservato in un magazzino, facilmente riconoscibile per il suo enorme portone in legno, in via il Prato 48, da cui esce solo in occasione della Pasqua. La caratteristica principale del carro, è il numero impressionante di cariche, pronte ad esplodere in seguito al volo della colombina, che trasporta con sé. Non si sa con certezza la data in cui è stato ideato il carro: si suppone che la prima versione sia del tardo Trecento mentre il carro attuale risale al XVIII secolo.

Scoppio del carro a Firenze

La colombina e le previsioni per l’anno a venire

Secondo la tradizione, la buona riuscita del volo della colombina indica che per Firenze sarà un anno fortunato; in caso contrario, se la colombina non dovesse riuscire a completare tutto il percorso previsto, l’annata non sarà positiva ed il raccolto non sarà ricco come auspicato.

Una delle ultime volte che il volo della colombina non ha avuto successo era l’anno 1966; nel novembre dello stesso anno Firenze fu colpita da una terribile alluvione che causò diverse vittime e danni ingentissimi alla città ed al suo patrimonio culturale.

Anche nel 2018 il volo non è andato a buon fine dato che la colomba non riuscì a completare il rientro in Duomo, speriamo che quest’anno vada meglio!

Programma delle cerimonie per lo Scoppio del Carro 2019

Sabato 20 aprile

  • 20.35: Corteo della Repubblica Fiorentina (dal Palagio di Parte Guelfa fino Piazza della Signoria)
  • 20.45: Il Sindaco con il Gonfalone si unisce al Corteo della Repubblica, per raggiungere la Chiesa dei Santi Apostoli
  • 21.00: Il Corteo entra nella Chiesa dei Santi Apostoli per la benedizione, poi con il Porta Fuoco ed il reliquario con le Pietre del Santo Sepolcro in Piazza del Duomo
  • 21.30: Schieramento del Corteo ai lati del Portone Centrale del Duomo dove si unisce la processione che dalla Sacrestia arriva sul Sagrato.
  • 22.00: Inizio della veglia e accensione del fuoco
  • 22.30: Il Corteo ed il Gonfalone rientrano alla propria sede

Domenica 21 aprile

  • 6.15: Arrivo i buoi alle Cascine, viale dell’Aeronautica
  • 7.15: Partenza dei buoi dalle Cascine verso via il Prato
  • 7.30: Il “Carro del Fuoco”, accompagnato dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, parte dal deposito di via il Prato per raggiungere piazza del Duomo
  • 8.10: Una rappresentanza dei Bandierai degli Uffizi raggiunge Piazza della Repubblica con successivo ricongiungimento al Corteo proveniente da via il Prato
  • 8.20: Una rappresentanza del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina parte da Piazzetta di Parte Guelfa verso Piazza San Giovanni con arrivo alle ore 9,40
  • 9.30: Arrivo in piazza San Giovanni del Corteo Storico con il Carro del Fuoco
  • 10.00: Sorteggio per l’abbinamento delle partite del Calcio Storico Fiorentino
  • 11.00: Scoppio del Carro

Corteo Storico della Repubblica Fiorentina

Come assistere allo Scoppio del Carro

Lo scoppio del carro è diventato ormai un evento molto noto anche ai turisti che spesso si chiedono se sia necessario acquistare dei biglietti per assistere. La risposta è no, non servono biglietti; lo spettacolo dello scoppio del carro è un evento gratuito. Dato che la piazza è sempre molto affollata in questa circostanza, vi consiglio di recarvi lì con un certo anticipo per prendere posizione e godere di una buona visuale durante la cerimonia.

Se non avete modo di andare in piazza del Duomo, potrete seguire la cerimonia in televisione su RTV38 (canale 15 del digitale terrestre) o in diretta streaming sul sito internet dell’emittente.

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “Google Youtube” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy