Mugello
Mugello

Cosa vedere a Scarperia, la “terra nuova” nel cuore del Mugello

Dai signori feudali all’Autodromo del Mugello

Scarperia sorge nel cuore del Mugello in un’area di bassa collina a circa 35 chilometri da Firenze. La nascita di questo borgo risale al 1306 quando la Repubblica di Firenze, all’epoca in forte espansione, sentì la necessità di creare un proprio avamposto nella zona che fino a quel momento era stata dominata dai Conti Ubaldini. Così, nello stesso anno, fu distrutto il vicino Castello di Montaccianico, antica roccaforte degli Ubaldini, e fu decisa la costruzione di una “terra nuova” che inizialmente prese il nome di Castel San Barnaba. Il nome “Scarperia” deriva dal luogo in cui sorge, che si trova alla scarpa, cioè ai piedi, degli Appennini.

Così come le altre terre nuove (San GiovanniCastelfranco di Sopra, Terranuova Bracciolini e Firenzuola) anche Scarperia presenta un piano urbanistico molto regolare con una piazza centrale e strade che corrono parallele ed ortogonali tra loro.

Oggi Scarperia è considerato uno dei borghi più belli d’Italia ed è famosa per la produzione dei coltelli e per l’Autodromo del Mugello (o Mugello Circuit) che si trova ad appena un chilometro dal centro storico.

Scarperia cosa vedere

Palazzo dei Vicari

La visita al centro storico di Scarperia si concentra per lo più sull’esplorazione della piazza centrale e dei suoi monumenti. Qui sorge il Palazzo dei Vicari, l’edificio più importante del borgo, che per secoli è stato la sede del governo fiorentino come documentato dai numerosi stemmi dei vicari fiorentini presenti in facciata. Tra questi stemmi, sicuramente catturano l’attenzione quelli in terracotta invetriata provenienti dalla botteghe dei Della Robbia e dei Buglioni. Sempre in facciata, sulla destra, svetta un’alta torre campanaria arricchita dalla presenza di un orologio.

Nell’atrio interno del palazzo troviamo altri stemmi e due affreschi del XIV secolo di scuola fiorentina, “L’incredulità di San Tommaso” e “Madonna in trono con Santi“. All’interno del palazzo si incontrano altri affreschi come il “San Cristoforo” presente presso il pianerottolo d’accesso e una “Madonna con Bambino e Santi” della scuola del Ghirlandaio. Tra le altre cose, nella visita al palazzo è possibile anche ammirare il meccanismo dell’orologio della torre che pare sia stato creato da Filippo Brunelleschi.

Scarperia cosa vedere: Palazzo dei Vicari a Scarperia
Palazzo dei Vicari

Museo dei Ferri Taglienti

All’interno del Palazzo dei Vicari trova spazio anche il Museo dei Ferri Taglienti. Il percorso museale si snoda tra cinque sezioni tematiche che affrontano vari temi relativi alla storia ed alla produzione artigianale del coltello in Italia e soprattutto a Scarperia. La visita prevede anche un banco di lavoro presso cui il visitatore può provare in prima persona a montare un coltello. L’ultima tra le attività proposte dal museo è la visita guidata alla bottega del coltellinaio, dove in alcune circostanze vengono svolte delle dimostrazioni pratiche.

Orari:
Giugno-Settembre: mercoledì-domenica e festivi 10.00-13.00 e 15.30-19.30
Ottobre-Maggio: mercoledì-venerdì 10.00-13.00; sabato e festivi 10.00-13.00 e 15.00-18.30
Gruppi e scolaresche possono prenotare la visita in altri orari contattando la Pro Loco di Scarperia (tel. 055-8468165; email informazioni@prolocoscarperia.it)

Biglietti: intero 5 euro; ridotto 4 euro; bambini (7-14 anni) 3 euro; gruppi (almeno 15 persone) 3 euro; scolaresche 2,50 euro; biglietto famiglia (almeno 2 adulti e 1 minore) 10 euro; gratis (minori di 6 anni, residenti, disabili, guide, etc.)

Sito web

Scarperia cosa vedere: Museo dei Ferri Taglienti a Scarperia
Museo dei Ferri Taglienti (Photo by Massimilianogalardi / CC BY)

Dall’altra parte della piazza troviamo la Prepositura dei Santi Jacopo e Filippo e la cappella della Madonna di Piazza. Entrambi i luoghi di culto conservano al loro interno alcune opere di pregio come un crocifisso attribuito ad Andrea Sansovino (nella Prepositura) e la Madonna col Bambino attribuita a Jacopo del Casentino che si trova nella cappella insieme ad alcuni affreschi.

Scarperia cosa vedere: Prepositura dei Santi Jacopo e Filippo a Scarperia
Prepositura dei Santi Jacopo e Filippo

Cosa vedere nei dintorni

Nel territorio comunale di Scarperia merita sicuramente una visita la straordinaria Pieve di Sant’Agata, uno dei monumenti più importanti di tutto il Mugello. A breve distanza da Sant’Agata, risalendo verso nord, si può raggiungere l’area in cui sorgeva il Castello di Montaccianico. Da alcuni anni il sito è oggetto di scavi archeologici condotti dall’Università di Firenze e, di tanto in tanto, vengono organizzate delle visite guidate alla fortezza che fu.

Se cerchi informazioni sugli altri centri del Mugello, ti consiglio di guardare gli articoli su Barberino, Borgo San Lorenzo e Firenzuola.

Pieve di Sant'Agata al Cornocchio in Mugello
Pieve di Sant’Agata

Come arrivare a Scarperia

In treno e Bus: la stazione ferroviaria più vicina è quella di San Piero a Sieve (4km) da lì linea 303 delle Autolinee Mugello Valdisieve (la linea 303 collega Firenze con San Piero, Scarperia, Firenzuola e Giugnola).

In Auto:
Da Nord e da Sud: autostrada A1 fino a Barberino del Mugello, poi seguire per San Piero e Borgo San Lorenzo per circa 10 km; svoltare verso Scarperia nelle vicinanze di San Piero a Sieve.
Da Firenze: prendere la Via Bolognese e continuare sulla Strada Regionale 65

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy