Mugello
Mugello

La Pieve di Santa Felicita a Faltona

Lungo la via Faentina sorge l’antica pieve di Santa Felicita a Faltona

La pieve di Santa Felicita si trova lungo la via Faentina, nella valle del torrente Faltona, a circa 25 chilometri da Firenze e 6 da Borgo San Lorenzo.

La pieve di Santa Felicita

L’attuale pieve di Santa Felicita a Faltona è stata edificata probabilmente nel XII secolo. Si tratta un edificio a tre navate mono absidato con la facciata a quattro spioventi. La facciata presenta un unico portale d’accesso ed un oculo tamponato che si trova nella parte sommitale. Il campanile, a base quadrata, si erge alle spalle della chiesa nelle vicinanze dell’abside.

Le murature dell’intero edificio si compongono di conci squadrati e pietre sbozzate a squadro di arenaria disposti su corsi orizzontali e paralleli. A causa dei numerosi restauri in “stile” è difficile distinguere con sicurezza le porzioni di paramento originali da quelle frutto di rifacimenti successivi.

La fonti storiche

Le prime testimonianze sull’esistenza della pieve risalgono all’XI secolo. La documentazione proveniente all’archivio del monastero di Luco, ci informa che la pieve è citata nel 1023 a proposito di una cessione di terre. In altri due documenti, del dicembre 1016 e del febbraio 1085, si trova la notizia che la pieve è in val di Faltona.

Sappiamo che nel 1305 la chiesa era collegiata. Tra le numerose informazioni che riporta Niccolai è particolarmente interessante quella relativa all’edificazione della Cappella della Madonna del Rosario nella zona absidale al termine della navata sinistra, avvenuta nel 1647. Nello stesso intervento fu coperto con nuove murature il paramento esterno dell’abside.

Nel 1730 fu costruito sul fianco sinistro della chiesa, l’oratorio della compagnia del Sacramento; alla sinistra di questo fu edificato, nel 1936, un teatrino che presenta nella facciata alcune colonne provenienti dal chiostro.

Pieve di Santa Felicita a Faltona Facciata
Facciata della pieve, alla sua sinistra ’oratorio della compagnia del Sacramento e il teatrino

Interventi di restauro

La chiesa subì alcuni interventi di restauro molto consistenti nel 1746 e tra gli anni 1897 e 1904. Questi ultimi rifacimenti portarono alla ricostruzione di una parte della navata destra in prossimità della zona absidale, fu tolto l’intonaco che copriva la muratura, fu rifatta la copertura, liberata l’abside dalle struttura che la occultava e, sulla scorta di quelle laterali, fu aggiunta la loggia centrale a fornici prima inesistente. Furono restaurate le monofore della navata centrale e di quella di destra. In facciata fu creato un nuovo portare ed aperto un nuovo occhio al posto della grande finestra rettangolare che era stata creata nel XVII secolo e tamponata nel 1866.

Nel 1902 fu abbattuto il vecchio campanile; tra il 1912 e il 1914 fu ricostruito dalle fondamenta il campanile nelle forme che conserva tutt’ora.

Pieve di Santa Felicita a Faltona abside e campanile
Chiesa e Campanile sbucano dalla vegetazione

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy