Mugello
Mugello

10 Posti da visitare in Mugello

Il Mugello, una terra da esplorare

Il Mugello è una grande vallata, situata a nord di Firenze, che si sviluppa lungo il corso della Sieve in corrispondenza di un antico lago di origine marina. L’area del Mugello vero e proprio è ben delimitata su tre lati (nord, sud e ovest) degli appennini e da altri rilievi come il Monte Giovi, il Monte Senario e la Vetta le Croci; il confine orientale invece è meno netto, ma per convenzione lo si identifica con l’area in cui sorge Dicomano. A questa zona si aggiunge anche la conca di Firenzuola, situata oltre il crinale appenninico, che spesso viene indicata come Alto Mugello.

Da un punto di vista paesaggistico, il Mugello è caratterizzato da un territorio piuttosto vario che muta rapidamente dalla pianura del fondovalle ai crinali dei complessi montuosi. A partire dalla fine del XX secolo, il paesaggio del Mugello si è arricchito di un nuovo elemento, il lago di Bilancino, un grande invaso artificiale creato per regolare il flusso della Sieve e garantire l’approvvigionamento idrico all’area fiorentina.

Cosa vedere in Mugello

Il Mugello è una terra ricca di punti di interesse, qui possiamo trovare di tutto: pievi e castelli medievali, ville rinascimentali, borghi storici e perfino un autodromo internazionale! Vediamo adesso quali sono i principali posti da visitare in Mugello:

  • Pieve di Sant’Agata
  • Scarperia
  • Borgo San Lorenzo
  • Villa di Cafaggiolo
  • Villa del Trebbio
  • Convento del Bosco ai Frati
  • Casa di Giotto
  • Lago di Bilancino
  • Badia di Moscheta
  • Firenzuola

Pieve di Sant’Agata di Mugello

La pieve di Sant’Agata del Mugello si trova all’interno dell’omonimo borgo a meno di 4 chilometri dal capoluogo comunale Scarperia. Documentata fin dal 948, l’attuale chiesa è il risultato della ricostruzione avvenuta nel XII come documentato dalle formelle del fonte battesimale. In Mugello si possono visitare diverse pievi medievali, ma questa, con il suo peculiare paramento murario in alberese, può essere considerata la più bella di tutte. All’interno, tra le varie opere meritano particolare attenzione il battistero ed il recinto battesimale che è stato costruito riutilizzando alcune parti dell’antico pulpito della pieve.

Mugello cosa vedere: Pieve di Sant'Agata del Mugello facciata
Sant’Agata del Mugello

Scarperia

Molti conosceranno Scarperia per via dell’Autodromo internazionale del Mugello, ma in realtà prima che essere la sede di una delle tappe della MotoGP, Scarperia è un bellissimo borgo medievale che può vantarsi di far parte del club dei “Borghi più belli d’Italia“. Fondata nel 1306 da Firenze, la città è una delle cosiddette Terre Nuove fiorentine; qui si trova uno dei monumenti principali di tutto il Mugello, ovvero il bellissimo Palazzo dei Vicari, un tempo sede del governo fiorentino, ed oggi sede del Comune e del Museo dei Ferri Taglienti. All’interno del palazzo si possono ammirare diversi affreschi ed altre opere, mentre sulla sua facciata spiccano numerosi stemmi appartenuti ai vicari fiorentini.

Scarperia
Il Palazzo dei Vcari a Scarperia (Photo by Massimilianogalardi / CC BY)

Borgo San Lorenzo

Borgo San Lorenzo è il centro principale del Mugello e si trova proprio al centro della vallata lungo il corso della Sieve. Centro noto fin dall’epoca romana (con il nome di Anneianum), Borgo conserva un pregevole patrimonio culturale. Il monumento più importante è senz’altro la Pieve di San Lorenzo, una grande chiesa romanica caratterizzata da un singolare campanile in mattoni con base ad esagono irregolare; molto interessanti anche la rinascimentale villa Pecori Giraldi ed il Museo della Manifattura Chini allestito al suo interno.

Borgo San Lorenzo cosa vedere: Villa Pecori Giraldi
Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo (Photo by Sailko / CC BY)

Villa di Cafaggiolo

Patrimonio UNESCO dal 2013, la bellissima villa di Cafaggiolo (comune di Barberino) fu realizzata intorno alla metà del XV secolo, su commissione di Cosimo de’ Medici, al posto di un precedente fortilizio. Nel corso del XIX secolo, la villa fu molto rinnovata e privata di una delle due torri, ma non dei merli e dei beccatelli che ancora oggi la caratterizzano. A completare la villa c’è un bel bosco che ai tempi era utilizzato dai Medici come riserva di caccia.

Mugello cosa vedere: Villa di Cafaggiolo
Villa di Cafaggiolo (Photo by MassimilianogalardiCC BY)

Villa medicea del Trebbio

Veniamo adesso ad un’altra villa medicea che ha molti punti comuni con la villa Cafaggiolo, a partire dallo status di patrimonio UNESCO. La villa medicea del Trebbio è uno straordinario monumento situato in bella posizione a breve distanza da San Piero a Sieve. Costruita con le fattezze di una fortezza medievale nella prima metà del XV secolo, anche la villa del Trebbio fu commissionata da Cosimo de’ Medici e realizzata dall’architetto Michelozzo. La villa, nota anche come Castello del Trebbio, è composta da un grande corpo quadrangolare sovrastato da un’altra torre che si affaccia su un bel giardino all’italiana. Anche in questo caso si possono ammirare alcuni elementi come i beccatelli ed i merli, retaggio dell’architettura medievale.

Mugello cosa vedere: Villa medicea del Trebbio
Villa del Trebbio (Photo by SailkoCC BY)

Convento del Bosco ai Frati

Considerato tra i più antichi di tutta la Toscana, il Convento del Bosco ai Frati fu fondato dai conti Ubaldini intorno al VII secolo. Il complesso si trova a Lucignano una frazione del comune di Scarperia e San Piero a breve distanza dalle ville di Cafaggiolo e del Trebbio. Come le due ville, anche il convento fu riedificato nel XV secolo da Michelozzo che riuscì a coniugare il gusto stile rinascimentale con la precedente tradizione architettonica medievale. All’interno del convento è allestito un piccolo museo di arte sacra dove, tra le varie opere, si può ammirare un un crocifisso ligneo del 1460 attribuito a Donatello o alla sua bottega.

Convento del Bosco ai Frati - chiesa di San Bonaventura
Convento del Bosco ai Frati (Photo by SailkoCC BY)

Casa di Giotto

La casa natale di Giotto, uno dei più grandi artisti di ogni epoca, si trova a Vespignano, una frazione di Vicchio. All’interno si può visitare un museo dedicato al grande pittore, dotato di postazioni multimediali interattive e di un laboratorio didattico.

Mugello cosa vedere: Casa di Giotto
La casa di Giotto (Photo by SailkoCC BY)

Lago di Bilancino

Nato come diga costruita da un lato per garantire l’approvvigionamento idrico e dall’altro per prevenire il rischio di alluvioni, è noto il detto “Arno non cresce se Sieve non mesce“, il Lago di Bilancino ha nel tempo acquisito anche una funzione ricreativa. Le sue acque infatti sono balneabili e le sue spiagge sono attrezzate con veri e propri stabilimenti; qui inoltre è possibile praticare tantissime attività come la pesca sportiva, la canoa, il windsurf ed anche trekking e mountain bike. Da sottolineare infine il bel contesto naturalistico in cui si trova il lago di Bilancino, con la presenza dell’oasi WWF di Gabbianello, dove si possono ammirare tante specie di uccelli come cicogne, gru e fenicotteri.

Lago di Bilancino
Lago di Bilancino (Photo by SailkoCC BY)

Badia di Moscheta

Ci spostiamo adesso nell’Alto Mugello per raggiungere la Badia di Moscheta. Situata nel cuore dell’Appennino tosco-romagnolo, immersa in un bellissimo contesto paesaggistico fatto di boschi, torrenti e pascoli, la badia vallombrosana di San Pietro a Moscheta fu fondata nel 1034 da San Giovanni Gualberto. Un luogo di spiritualità nonché un’oasi di pace lontana dalla vita frenetica e caotica delle città. All’interno della Badia hanno sede varie strutture tra cui un agriturismo, un ristorante ed il Museo del Paesaggio Storico dell’Appennino che è incentrato sull’evoluzione del paesaggio appenninico dovuto all’intervento umano.

Firenzuola

Dopo Scarperia parliamo di un’aaltra terra nuova, ovvero Firenzuola. Sebbene sia stata pesantemente colpita durante la Seconda Guerra Mondiale, Firenzuola presenta alcuni punti di interesse come la Rocca (ricostruita nel secondo dopoguerra) ed il Museo della Pietra Serena. I dintorni di Firenzuola sono interessanti sia da un punto di vista paesaggistico, da segnalare la presenza di diversi punti panoramici, che per la presenza di alcuni monumenti di valore storico, come il Cimitero militare germanico della Futa, ed artistico, come la Pieve di San Giovanni Decollato a Cornacchiaia.

Firenzuola cosa vedere la Rocca
Rocca di Firenzuola (Photo by Zebra48bo / CC BY)

Potrebbe interessarti anche...

Cosa vedere a Barberino di Mugello e nei dintorni
Visitare Borgo San Lorenzo nel cuore del Mugello
Cosa vedere a Firenzuola e nel territorio circostante
Cosa vedere a Scarperia, la “terra nuova” nel cuore del Mugello
La Pieve di Santa Felicita a Faltona
La Pieve di San Pietro a San Piero a Sieve

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cliccando sull'apposito tasto acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy