Tuscany Planet
Tuscany Planet

Guida alla visita di Montescudaio in provincia di Pisa

In viaggio tra i borghi più belli d’Italia: Montescudaio

Montescudaio è un comune della val di Cecina in provincia di Pisa; giustamente inserito tra i borghi più belli d’Italia, il paese è una vera e propria perla della campagna toscana. Il borgo sorge in una zona davvero bella in cui si alternano bassi colli e pianure, situata ad una dozzina di chilometri dal mare.

La prima documentazione del borgo risale al 1091 quando fu creato un castello, di proprietà della famiglia Della Gherardesca, ed un piccolo villaggio nei pressi di un precedente monastero di suore benedettine. Per diversi secoli i Della Gherardesca furono i signori del borgo dando vita ad un ramo autonomo della casata, quello dei Conti di Montescudaio.

La fine della dominazione dei Della Gherardesca avvenne quando, dopo la conquista di Firenze (XV secolo), gli abitanti del borgo riuscirono a costituirsi in Comune. Il comune durò per due secoli, fino al 1648, quando l’area passò sotto il controllo dei marchesi Ridolfi di Firenze che ne mantennero il controllo per un secolo. Nel XIX secolo due terremoti, nel 1846 e nel 1871, causarono gravi danni all’abitato e distrussero alcuni degli edifici più antichi.

Oggi Montescudaio fa parte dellAssociazione Nazionale Città del Vino ed è anche Città del Pane e Città dell’Olio; questo la dice lunga sulla tradizione enogastronomica locale, un motivo in più per visitare questo piccolo borgo!

Montescudaio cosa vedere: Vista panoramica di Montescudaio
Vista panoramica di Montescudaio (Photo by Tyrrhenus / CC BY)

Montescudaio cosa vedere

Montescudaio è un borgo che si può visitare abbastanza velocemente, che però conserva alcuni monumenti interessanti, soprattutto nell’area del castello. Le principali cose da vedere a Montescudaio sono:

  • Oratorio della Santissima Annunziata
  • Torre Civica
  • Chiesa di Santa Maria Assunta
  • Torre della Guardiola

Passeggiando per le vie del borgo si incontrano alcuni edifici di grande pregio come il Palazzo Surbone, la Villa Marchionneschi e, nei pressi del Municipio, l’oratorio della Santissima Annunziata. Fondata nel Quattrocento, la chiesa è stata ampiamente rimaneggiata negli anni ’30 del XX secolo. All’interno sono conservate due statue in terracotta invetriata raffiguranti l’Annunziata e l’Angelo annunziante.

Montescudaio cosa vedere: Oratorio della Santissima Annunziata
Oratorio della Santissima Annunziata (Photo by Tyrrhenus / CC BY)

Lasciandoci l’oratorio alle spalle, dopo pochi passi una deviazione sulla destra ci porta al castello. Qui troviamo subito la Torre civica ad indicarci che siamo arrivanti nell’area del castello. Questa torre, fu costruita nel XII secolo ma la parte sommitale è stata ricostruita intorno alla metà dell’Ottocento.

Chiesa di Santa Maria Assunta

Non distante dalla torre civica, troviamo la chiesa di Santa Maria Assunta che sorge in bellissima posizione al posto di un precedente luogo di culto. Dapprima qui sorgeva l’abbazia di Santa Maria Assunta poi la Chiesa di Sant’Andrea che, nel 1416, ereditò il titolo della precedente abbazia diventando contemporaneamente Pieve di Sant’Andrea e Abbazia di Santa Maria Assunta; una condizione questa che durò fino a 1837. Nel 1846 però la chiesa fu gravemente danneggiata da un terremoto, così negli anni ’50 dell’Ottocento fu costruita una nuova chiesa, quella attuale. All’interno troviamo una tela di scuola veneziana,  “Annunciazione“(XVII secolo), ed una statua raffigurante “San Francesco di Paola” (XVIII secolo).

Montescudaio cosa vedere Chiesa di Santa Maria Assunta
Chiesa di Santa Maria Assunta (Photo by Etienne / CC BY)

Davanti alla chiesa si apre un’ampia terrazza che offre un grande vista verso ovest che arriva fino al mare. Nelle giornate più limpide è possibile vedere in lontananza l’isola della Gorgona e quella di Capraia. Nell’angolo nord-occidentale di questo belvedere si trova un’altra torre, chiamata torre della Guardiola, che un tempo era utilizzata come torre di avvistamento.

I musei di Montescudaio

A Montescudaio ci sono anche due spazi espositivi dedicati il primo all’arte sacra ed il secondo a quella contemporanea. Il primo dei due musei si trova nella canonica della chiesa di Santa Maria Assunta dove sono state allestite tre sale in cui sono conservati arredi sacri ed altri manufatti ecclesiastici. Il secondo museo, lo Spazio Minerva, è una galleria di arte contemporanea che si trova in via della Madonna.

Come arrivare a Montescudaio

In auto: autostrada A12 fino all’uscita Cecina Centro, poi Strada Provinciale dei Tre Comuni in direzione di Motescudaio

In treno e bus: la stazione più vicina è quella di Cecina; da lì si deve prendere il bus numero 110 delle autolinee CTT nord.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy