Val d'Elsa
Val d'Elsa

Cosa vedere a Monteriggioni vicino Siena

Monteriggioni, un piccolo borgo medievale famoso per le sue mura e le sue torri

“però che, come in su la cerchia tonda
Monteriggion di torri si corona,
così la proda che ‘l pozzo circonda
torregiavan di mezza la persona
li orribili giganti, cui minaccia
Giove del cielo ancora quando tona”

(Dante Alighieri, Inferno canto XXXI, vv. 40-45)

Con queste parole Dante citava Monteriggioni, ricordandone la cerchia di forma tonda e le torri alte come giganti.
Ancora oggi, ciò che contraddistingue questo piccolo insediamento sono proprio la sua cinta muraria e le sue torri difensive.

Monteriggioni Panorama
Monteriggioni (Photo by Zyance / CC BY)

La storia di Monteriggioni

Il sito fu fondato nel 1203 dai senesi che intendevano erigere un avamposto da contrapporre a Firenze sul confine nord-occidentale. Situato sulla cima di un colle, tra le funzioni del castello c’erano il controllo della val d’Elsa e della via Francigena.
Negli anni 1213-1219, Monteriggioni fu dotato di una cerchia muraria. Tra il 1244 e il 1254 fiorentini e senesi lottarono per il suo controllo. Dato che nel corso degli scontri con i fiorentini la cinta muraria fu gravemente danneggiata, i senesi dovettero ricostruirla nel decennio tra il 1260 e il 1270.
Monteriggioni fu protagonista di nuove battaglie anche nei secoli successivi fino a quando, nel 1554, venne preso dal Marchese di Marignano che nell’anno successivo sconfisse definitivamente la Repubblica di Siena. Dopo questi eventi il castello e il territorio circostante passarono sotto il dominio di Cosimo I de’ Medici.

Cosa vedere a Monteriggioni

Le Mura

Il principale motivo di interesse legato a Monteriggioni sono le sue mura. Si tratta di una cinta di forma ovale, della lunghezza di 570 metri, che segue l’andamento della collina su cui è appollaiato l’insediamento. Le mura sono inframezzate da ben 14 torri a base quadrata poste ad intervalli regolari. L’accesso al borgo è garantito dalla Porta Franca (o Romea), situata sul lato sud-est in direzione Siena, e dalla Porta di San Giovanni (o Porta Fiorentina) che è rivolta verso nord-ovest.

Monteriggioni cosa vedere: Mura e torri
Mura e torri di Monteriggioni (Photo by Alessandro Antonelli / CC BY)

Chiesa di Santa Maria Assunta

La Chiesa di Santa Maria Assunta si affaccia sulla piazza principale di Monteriggioni, piazza Roma. Costruita nella prima metà del XIII secolo, la chiesa presenta forme romanico-gotiche. All’interno sono conservati un dipinto di Lippo Vanni, un crocifisso ligneo, due tabernacoli del XV secolo, e la campana donata alla chiesa dalla Repubblica di Siena nel 1298 e un coro ligneo del XVI secolo.

Monteriggioni cosa vedere: Chiesa di Santa Maria Assunta
Chiesa di Santa Maria Assunta (Photo by Alessandro Antonelli / CC BY)

Museo “Monteriggioni in Arme”

Il museo “Monteriggioni in Arme” raccoglie una serie di riproduzioni di armi ed armature di epoca medievale e rinascimentale. I pezzi che compongono la raccolta del museo sono presentati all’interno di sale tematiche incentrate su momenti specifici della storia di Monteriggioni. Una particolarità di questo museo, molto apprezzata da grandi e piccini, è la possibilità di provare alcune armature ed impugnare qualche arma.

Cosa vedere nei dintorni di Monteriggioni

Monteriggioni si trova nella bellissima Val d’Elsa in provincia di Siena; in quest’area della Toscana ci sono moltissimi borghi storici, chiese, pievi e castelli da visitare.

I più interessanti nel territorio comunale di Monteriggioni sono:

Abbazia dei Santi Salvatore e Cirino

La magnifica Abbazia dei Santi Salvatore e Cirino che si trova in località Abbadia a Isola, è senz’altro Uno dei posti più belli da vedere nelle immediate vicinanze di Monteriggioni (il complesso si trova ad appena 3 chilometri di distanza). Costruita a partire dall’anno 1001 la chiesa abbaziale è un bellissimo monumento romanico che si articola su tre navate. All’interno si possono ammirare alcune opere di pregio come il fonte battesimale (XV secolo), l’affresco Madonna in trono con Bambino, cherubini, angeli e santi di Taddeo di Bartolo e la pala d’altare Madonna col Bambino e i Santi Benedetto, Cirino, Donato e Giustina realizzata da di Sano di Pietro nel 1476.

Abbazia dei Santi Salvatore e Cirino
Abbazia dei Santi Salvatore e Cirino (Photo by Vignaccia76 / CC BY)

Pieve di Santa Maria a Castello

Un altro posto speciale da vedere vicino a Monteriggioni è la Pieve di Santa Maria a Castello. Documentata fin dal 971, questa chiesa è un importante esempio di architettura alto medievale toscana. Molto interessante la presenza di un battistero a pianta ottagonale che si trova di lato alla chiesa, una vera rarità!

Eremo di San Leonardo al Lago

L’Eremo di San Leonardo al Lago è documentato fin dagli inizia del XII secolo anche se le sue strutture furono ricostruite tra il XIII ed il XIV secolo dando vita ad un complesso in stile romanico-gotico. All’interno si possono ammirare diverse opere di pregio, soprattutto affreschi, come la Crocifissione realizzata intorno al 1445 da Giovanni di Paolo del Grazia.

Eremo di San Leonardo al Lago
Eremo di San Leonardo al Lago (Photo by LigaDue / CC BY)

Monteriggioni si trova a pochi chilometri da Siena e dai centri del Chianti e della val d’Elsa senese; tra questi vi consiglio di visitare San Gimignano, Radicondoli, Colle di Val d’Elsa e Poggibonsi.

La Festa Medievale di Monteriggioni

Visitando Monteriggioni sembra di essere davvero tornati nel medioevo ed ogni anno c’è un’occasione perfetta per assaporare questa atmosfera speciale: la Festa Medievale. La festa si svolge solitamente tra giugno e luglio (nel 2020 è tra il 9 ed il 19 luglio) tra eventi, concerti e banchetti in pieno stile medievale. In quest’occasione si possono ammirare artigiani alle prese con i lavori di un tempo come quello dell’armaiolo o quello del Ceramista, giocolieri, saltimbanchi, cavalieri e tanti altri personaggi che sembrano usciti da un romanzo cavalleresco o da un film di cappa e spada.

Come arrivare a Monteriggioni

In auto: prendere il raccordo autostradale Firenze-Siena fino all’uscita Monteriggioni, da lì proseguire su SR2 Cassia fino a destinazione.

In bus: da Siena, linea 130 di Siena Mobilità.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy