Val di Chiana
Val di Chiana

Alla scoperta di Monte San Savino in Val di Chiana

Il borgo di Monte San Savino, la patria della porchetta

Monte San Savino è un comune situato sul versante occidentale della Val di Chiana. Il piccolo borgo murato, patria del celebre scultore e architetto Andrea di Niccolò di Menco di Muccio detto Sansovino, è apprezzabile per alcuni suoi edifici di epoca tardo rinascimentale.

Monte San Savino cosa vedere

Quella a Monte San Savino è una visita “lineare”, il paese infatti è incentrato su un corso principale, Corso Sangallo, lungo il quale troviamo tutti i principali motivi di interesse della visita.

Il tour non può che iniziare attraversando una delle porte che si aprono nelle mura della città. Le due principali, che danno accesso a Corso Sangallo, sono Porta Fiorentina (a nord) e Porta Romana (a sud). Noi partiremo dalla porta nord di fronte alla quale troviamo parcheggi ed anche la fermata degli autobus.

Museo comunale del Cassero

Poco dopo la porta sulla destra si apre una piazza su cui si affaccia la Rocca del Cassero. Un edificio costruito gotico a partire dal XIV secolo presso cui ha sede il Museo comunale del Cassero. All’interno di questo museo sono esposte soprattutto opere di epoca medievale e rinascimentale, in particolare ceramiche.

Indirizzo: Piazza Gamurrini 25

Orari:
Novembre-marzo: mercoledì-venerdì 9.00-13.00; sabato-domenica e festivi 9.00-13.00 e 16.00-19.00. Chiuso lunedì e martedì
Aprile-ottobre: martedì 9.00-13.00; mercoledì-venerdì 9.00-13.00 e 16.00-19.00; sabato e domenica 9.00-13.00, 14.30-19.30

Biglietto: gratuito

Monte San Savino cosa vedere: Cassero
Museo comunale del Cassero (monteturismo.it)

Il palazzo comunale e le altre strutture rinascimentali

Riprendiamo il corso principale fino a passare tra l’imponente Palazzo comunale, opera del Sangallo, e la Loggia dei Mercanti (attribuita al Sansovino). Non fermatevi alla facciata del palazzo comunale ma fate il giro perché alle sue spalle troverete un piacevole giardino ad aspettarvi!

Monte San Savino cosa vedere: Il Palazzo Comunale di Monte San Savino
Il Palazzo Comunale di Monte San Savino (monteturismo.it)

Chiesa della Misericordia

A due passi dal Comune sorge la Pieve vecchia. Nota anche come Chiesa della Misericordia, la pieve fu fondata nel XII secolo ma fu completamente ristrutturata nel corso del Settecento. L’esterno presenta un irregolare paramento murario a vista che lascia intuire quanti siano stati gli interventi operati nei secoli sulla chiesa; l’interno invece è figlio della ristrutturazione finale che ha portato la chiesa ad assumere forme barocche.

Monte San Savino cosa vedere: Pieve Chiesa della Misericordia
Chiesa della Misericordia (monteturismo.it)

Palazzo Pretorio e Torre Civica

Costruito al tempo della dominazione perugina (XIV secolo), il palazzo pretorio ha nella sua torre, la Torre Civica, il suo elemento di maggior interesse. La torre, alta 30 metri, faceva parte del sistema difensivo della città. Oggi è visitabile e dalla sua sommità si gode di quel genere di panorama che qualsiasi visitatore saprà apprezzare.

Monte San Savino cosa vedere: palazzo pretorio Torre Civica
Palazzo Pretorio e Torre Civica (monteturismo.it)

Chiesa di Sant’Agostino

Poco oltre la Torre Civica, sul lato opposto del corso, si arriva alla Chiesa di Sant’Agostino. L’elegante chiesa voluta dagli agostiniani risale al XIV secolo e  successivamente fu ampliata in più circostanze come nel ‘500 quando i lavori furono guidati dal Sansovino. All’interno si conservano alcune opere di pregio come un’Assunzione di Giorgio Vasari del 1539.

Monte San Savino cosa vedere: chiesa di sant'agostino
Chiesa di Sant’Agostino (monteturismo.it)

Per ulteriori informazioni vi rimandiamo al sito del turismo del Comune di Monte San Savino.

Cosa visitare vicino a Monte San Savino

San Savino si trova nella parte aretina della Val di Chiana, quindi non possiamo che consigliarvi di visitare gli altri paesi della zona come Castiglion Fiorentino, Cortona e Lucignano.

Come arrivare a Monte San Savino

In auto: da Firenze (83km) e da Roma (197km) si deve prendere l’autostrada A1 e uscire all’uscita Monte San Savino, da lì restano da fare due o tre chilometri sulla SP25.

In treno: Monte San Savino ha una sua stazione ferroviaria quindi il borgo è raggiungibile con i treni regionali

Un pensiero su “Alla scoperta di Monte San Savino in Val di Chiana

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy