Tuscany Planet

La tua guida turistica per la Toscana


Isola del Giglio: spiagge, cosa vedere, come arrivare

Booking.com
Cerca Hotel, Agriturismi, B&B e Case vacanze su Booking.com

Cosa vedere e cosa fare sull’Isola del Giglio

La bellissima Isola del Giglio si trova nel Mar Tirreno proprio di fronte al Monte Argentario. Con i suoi 21 chilometri quadrati di superficie, è la seconda isola per estensione di tutto l’Arcipelago Toscano: solo l’Isola d’Elba è più grande. Da un punto di vista amministrativo, Isola del Giglio è un comune che fa parte della provincia di Grosseto.

Il Giglio è una vera e propria perla. Con le sue bellezze naturalistiche, un mare stupendo, il suo porto pittoresco e i suoi graziosi borghi, l’Isola del Giglio è una delle mete turistiche più belle ed affascinanti di tutta la Toscana.

L’isola ha un territorio in gran parte selvaggio, con una conformazione collinare, perfetto per escursioni da fare a piedi lungo i numerosi sentieri che la attraversano.

Il suo mare è trasparente e cristallino; non a caso questa è una meta molto apprezzata anche dagli amanti delle immersioni. Le sue spiagge sono tra le più belle di tutte la Toscana.

Da vedere sicuramente Giglio Porto, con le sue case colorate che si affacciano sul mare, e i due borghi di Giglio Castello, vero e proprio gioiellino medievale, e Giglio Campese.

Storia

Come altre isole dell’arcipelago, anche l’Isola del Giglio è stata frequentata fin da epoche remote. Abitata fin dall’Età del ferro, l’isola diventò un’importante base in epoca romana. A quest’epoca risalgono i resti di una villa che si trova nelle vicinanze del porto. Durante il Medioevo l’isola fu dominata dai Conti Aldobrandeschi, poi da Perugia, Pisa e dal ‘400 da Firenze. Nel 1544 l’Isola del Giglio fu saccheggiata dal terribile pirata turco Khayr al-Din Barbarossa che rapì come schiavi più di 700 abitanti, uccidendone al contempo molti altri. Le incursioni dei turchi durarono per altri duecento anni, fino alla fine del Settecento.

Il 13 gennaio del 2012, l’Isola del Giglio balzò tristemente agli onori delle cronache per lo sciagurato naufragio della nave da crociera Costa Concordia capitanata dal comandante Schettino. La nave avvicinandosi troppo alla costa per futili motivi, andò a sbattere sugli scogli, inabissandosi parzialmente. L’incidente causò 32 vittime e la nave restò incagliata e semiaffondata sino al 22 luglio 2014, quando fu recuperata e trasportata fino al porto di Genova grazie ad un’operazione senza precedenti.

Isola del Giglio
Isola del Giglio

Spiagge e mare dell’Isola del Giglio

Vacanze sull’Isola del Giglio significa soprattutto fare vacanze al mare. La costa dell’Isola del Giglio misura all’incirca 28 chilometri. Lungo questo perimetro si alternano baie, calette e scogliere. La maggior parte delle spiagge sono fatte di scogli ma non mancano le spiagge sabbiose. Tendenzialmente, nella parte occidentale si hanno scogliere più alte, mentre in quella orientale l’accesso al mare è decisamente più agevole.

Ci sono quattro spiagge principali: la Spiaggia del Campese, che si trova lungo la costa nord-occidentale ed è la più grande dell’isola, la Spiaggia dell’Arenella, la Spiaggia delle Cannelle e la Spiaggia della Caldane che si trovano sul versante orientale. Oltre a queste quattro spiagge, ci sono numerose altre calette dove poter fare il bagno in mare.

Il mare all’Isola del Giglio è sempre bello, pertanto la scelta di una spiaggia rispetto ad un’altra dipende dalla posizione e dalle sue caratteristiche (sabbia o scogli, spiaggia libera o stabilimenti).

Baia e Spiaggia del Campese

Situata al centro dell’omonima Baia del Campese, la Spiaggia del Campese è la più ampia di tutta l’isola. È la spiaggia cittadina di Giglio Campese. Questa spiaggia si estende per una lunghezza di oltre 500 metri ed è compresa tra Punta Faraglione e la Torre del Campese, uno dei simboli dell’isola. È una spiaggia sabbiosa, dalla sabbia grossolana e scura. Il mare è decisamente bello con un’acqua chiara e trasparente. Il fondale raggiunge rapidamente una profondità di un metro, un metro e mezzo. La maggior parte della Spiaggia del Campese è occupata da stabilimenti balneari ma ci sono anche piccoli tratti di spiaggia libera. I servizi sono molti e variegati: dal noleggio di lettini e ombrelloni, a negozi, bar e ristoranti non manca proprio nulla. Ai piedi della torre si trova anche un porticciolo. Se volete, qui potete noleggiare una barca o un servizio taxi boat per raggiungere le altre spiagge dell’isola. Qui si possono fare anche immersioni e scuola di vela.

Dato che è esposta verso ovest, questa spiaggia è in grado di regalare dei magnifici tramonti sul mare. Sullo sfondo si possono ammirare anche alcune delle isole vicine al Giglio come l’Isola di Montecristo e la Corsica.

Un ultimo grande pregio della Baia del Campese è la facilità con cui può essere raggiunta. Ci si può arrivare prendendo un autobus a Giglio Porto o in macchina seguendo le indicazioni per Giglio Campese.

Spiaggia dell’Arenella

La Spiaggia dell’Arenella si trova sul versante occidentale dell’isola, a circa 3,5 km a nord del porto. Con i suoi 100 metri di lunghezza, questa è la terza spiaggia più grande dopo quella del Campese e quella delle Cannelle. La Spiaggia dell’Arenella si sviluppa all’interno dell’omonima baia tra lo scoglio chiamato “la Tartaruga” (così chiamato per via della sua forma) ed un’antica cava di granito di epoca romana. L’Arenella è caratterizzata da una sabbia piuttosto grossolana di origine granitica. Il suo fondale è molto vario con un’alternanza di tratti sabbiosi a tratti con sassi e scogli. L’acqua vicino alla spiaggia non è profonda e questo fa sì che sia una spiaggia perfetta anche per i bambini. Sulla spiaggia è presente un bagno attrezzato ma c’è anche un pezzo di spiaggia libera.

Spiaggia dello Scalettino

La Spiaggia dello Scalettino è una delle spiagge che troviamo a Giglio Porto. Questa piccola spiaggia si trova proprio accanto al porto, alla fine del lungomare in direzione nord. È una piccola e sottile striscia di sabbia compresa tra alcuni scogli ed un molo del porto. Nonostante la vicinanza del porto, il mare è bello. L’accesso alla spiaggia è libero e, dato che si trova in città, molto facile.

Spiaggia del Saraceno

La Spiaggia del Saraceno si trova proprio dall’altra parte del porto rispetto alla Spiaggia dello Scalettino. È una spiaggia molto piccola che si trova all’interno di una baia chiusa tra scogli e case pittoresche a picco sul mare. La spiaggia prende il suo nome dalla vicina Torre del Saraceno. Non distante, in direzione sud-est, si trovano gli scogli de Le Scole, che furono resi celebri dal naufragio della Costa Concordia.

Spiaggia delle Cannelle

La bellissima Spiaggia delle Cannelle si trova un po’ più a sud di Giglio Porto. Con la sua sabbia bianca e fine e il suo mare stupendo non ha molto da invidiare ai paradisi tropicali o alle spiagge della Sardegna. Questa spiaggia è perfetta per una famiglia con bambini perché l’acqua non è profonda ed è presente uno stabilimento balneare con i relativi servizi. Subito più a nord si trova la piccola Cala dello Smeraldo che solitamente è molto meno affollata. La Spiaggia delle Cannelle può essere raggiunta con il servizio di taxi boat o con taxi tradizionali, ma non con l’autobus.

Spiaggia delle Caldane

Proseguendo verso sud, superata Punta di Capo Marino, si raggiunge la Spiaggia delle Caldane. Altro vero e proprio angolo di paradiso, questa piccola spiaggia è incorniciata da una fitta e selvaggia macchia mediterranea. Il mare è stupendo e la sabbia è fine e soffice.  È presente uno stabilimento balneare dove noleggiare ombrellone e lettini ma una parte della spiaggia è ad accesso libero. Ci sono due alternative per raggiungere la spiaggia: a piedi o via mare. Se decidete di raggiungerla a piedi, vi dovete preparare ad una camminata di 20 minuti lungo un sentiero. Via mare, potete approfittare del servizio taxi boat che garantisce un collegamento in 10 minuti con Giglio Porto.

Cosa vedere sull’Isola del Giglio

Il turismo sull’Isola del Giglio è prevalentemente legato al mare, però in realtà ci sono anche tante cose interessanti da vedere e posti da visitare. Ci sono anche diversi sentieri, perfetti per fare delle escursioni alla scoperta dei luoghi storici e dei posti più belli dell’isola.

Giglio Porto

Arrivando all’Isola del Giglio, il primo posto che potrete visitare è Giglio Porto. Con le sue casine colorate affacciate sul mare, questo piccolo e pittoresco porto vi accoglierà sull’isola regalandovi le prime emozioni. Da vedere ci sono la cinquecentesca Torre del Saracino e i resti dell’antica villa romana costruita dai Domizi Enobarbi che avevano una villa anche sull’Isola di Giannutri.

Giglio Castello

Giglio Castello sorge su un rilievo al centro dell’isola. Questo è uno dei borghi medievali più belli di tutta la provincia di Grosseto. Racchiuso tra le sue solide mura di pietra, Giglio Castello conserva veramente bene il suo impianto storico fatto di stradine strette ed irregolari. Da vedere la Rocca Aldobrandesca e la Chiesa di San Pietro che conserva alcune importanti reliquie.

Giglio Campese

Il terzo e ultimo centro abitato dell’isola è Giglio Campese. È il più recente tra i tre borghi del Giglio ma negli anni ha avuto un forte sviluppo in senso turistico al punto da diventare la principale meta di vacanza dell’isola. Il suo simbolo è la Torre del Campese, che fu fatta costruire da Cosimo I de’ Medici nella seconda metà del Cinquecento.

Cosa fare sull’Isola del Giglio

Abbiamo visto le spiagge più belle dell’Isola del Giglio e le principali cose da vedere, ma cosa c’è da fare al Giglio? Molte attività sono inevitabilmente legate al mare. Ci sono tantissimi sport nautici da fare a partire dalla vela e dal surf. Poi ci sono le immersioni: con i suoi fondali meravigliosi, l’Isola del Giglio è una meta privilegiata dei sub. A differenza di altre isole della Toscana, al Giglio si può praticare la pesca. Si possono organizzare delle uscite in barca o in kayak o dedicarsi al nuoto e allo snorkeling. L’entroterra è invece un intreccio di percorsi trekking molti dei quali non troppo impegnativi ed adatti un po’ a tutti.

Come muoversi sull’Isola del Giglio

L’isola del Giglio è attraversata da 22 chilometri di strade. L’isola è attrezzata con diversi servizi di trasporto pubblico. C’è un autobus che collega regolarmente i tre centri abitati, ci sono i taxi ed anche un servizio di taxi boat che garantisce i collegamenti via mare. In alternativa potete noleggiare un’auto, uno scooter o una bicicletta sul posto e muovervi liberamente. Se decidete di usare la vostra auto, ricordatevi di prenotare con largo anticipo il posto sul traghetto.

Come arrivare sull’Isola del Giglio

Per arrivare all’Isola del Giglio dovete prendere un traghetto a Porto Santo Stefano che si trova sul Monte Argentario. Non è una traversata particolarmente lunga perché l’Argentario si trova proprio di fronte al Giglio. Il viaggio del traghetto dura un’ora. Le compagnie di navigazione che garantiscono i collegamenti tra Porto Santo Stefano e il Giglio sono due: Toremar e Maregiglio. In alta stagione (ovvero in estate) ci sono fino a 12 partenze ogni giorno mentre durante il periodo meno turistico queste partenze si riducono a 4. Potete acquistare il vostro biglietto direttamente negli uffici di Toremar e Maregiglio che si trovano nei pressi del molo da cui parte il traghetto, oppure sui rispettivi siti internet (Toremar, Maregiglio). In ogni caso, il consiglio è quello di prenotare in anticipo il posto sul traghetto soprattutto se dovete imbarcare anche la macchina o la moto.

Dove dormire sull’Isola del Giglio

L’isola del Giglio offre molte opzioni di scelta anche per quanto rigurda gli alloggi. Come già detto ci sono tre diversi centri abitati dove troverete la maggior parte degli alberghi dell’isola. A questi si aggiunge qualche altra struttura. Ogni centro abitato del Giglio ha caratteristiche ben precise da prendere in considerazione quando si effettua la scelta dell’albergo. Giglio Castello si trova nell’entroterra: è sicuramente il posto più tranquillo ma anche quello più lontano dalla costa. Giglio Porto è il più semplice da raggiungere ed inoltre si trova direttamente sul mare. Dall’altra parte dell’isola si trova Giglio Campese che a sua volta si trova sulla costa ed ha una sua spiaggia molto bella.
In ogni caso tutte le località situate sull’Isola del Giglio sono dotate di hotel, bed and breakfast e case vacanz1.

Cerca Hotel, B&B e Case vacanza

Booking.com
Cerca Hotel, Agriturismi, B&B e Case vacanze su Booking.com