Maremma
Maremma

Il paese e le terme di Saturnia

Saturnia, una località termale famosa nel Mondo

Saturnia con le sue terme è una delle mete turistiche più rinomate di tutta la Maremma. Il paese, che fa parte del comune di Manciano, sorge in zona collinare a breve distanza dalle sorgenti termali.

Le prime frequentazioni della zona risalgono ad un periodo antecedente alla nascita dell’insediamento etrusco. Nel terzo secolo avanti Cristo la città, posizionata sul tracciato della via Clodia, passo sotto il controllo dei Romani. Durante il periodo romano, il borgo fu riorganizzato e dotato di mura.

Tra il IV e il VI inizia un lungo periodo di decadenza e la città sembra quasi sparire dalla Storia. Troviamo nuovamente notizia di Saturnia solo nel corso del XII secolo quando viene citata come castello aldobrandesco e centro termale. Nel 1299 la città fu distrutta da Siena che ne prese poi possesso dal 1410 al 1593.

Cosa vedere a Saturnia

Saturnia conserva ancora parte delle strutture difensive del passato. Tra queste, la Rocca (di proprietà privata) e Porta Romana. La porta, ben conservata, si apre nella parte meridionale delle mura medievali. Nei suoi pressi sono ancora ben visibili alcuni resti dell’antica via Clodia.

Saturnia Via Clodia e Porta Romana
Via Clodia e Porta Romana (Photo by Tulumnes / CC BY)

A breve distanza dalla piazza principale del paese (piazza Vittorio Veneto), in passato oggetto di scavi archeologici che hanno restituito reperti di epoca etrusca e romana, si erge la chiesa di Santa Maria Maddalena. Citata fin dal XII secolo, la chiesa è stata completamente ristrutturata nel 1933. Al suo interno è conservata un’opera di Benvenuto di Giovanni raffigurante Madonna col Bambino tra San Sebastiano e Santa Maria Maddalena (XV secolo).

Museo Archeologico

Il museo è composto dai reperti provenienti dalla collezione Ciacci. La raccolta, composta da circa 600 pezzi, offre testimonianze che vanno dalla preistoria fino all’età romana. Tra i materiali archeologici di cui si compone la collezione, molti provengono dai principali centri etruschi della valle del Fiora e dell’Albegna mentre altri furono rinvenuti proprio a Saturnia.

Indirizzo: Via Italia, Saturnia

Orari:
24 aprile – luglio : 10.30-13,00 e 16.30- 20.00
agosto – 15 settembre: 10.30-13,00  e  17.00-20.30
16 settembre – 23 aprile : 10.30-13.00 e 15.30-19.00
Sabato e domenica apertura alle 9,30

Biglietti: Gratuito

Museo archeologico di Saturnia
Museo archeologico di Saturnia (Photo by grossetopedia.wikia.com)

Le Terme di Saturnia

Le terme sono ciò che ha reso famosa Saturnia. Nei dintorni del paese ci sono alcune fonti, note fin all’antichità, in cui l’acqua sgorga ad una temperatura di 37,5 gradi. I visitatori possono scegliere tra i lussuosi stabilimenti termali di Saturnia e le bellissime Cascate del Mulino (gratuite).

Se decidete di recarvi presso le Cascate del Mulino valutate attentamente in quale periodo andare dato che la fama di cui godono è davvero enorme e spesso vengono prese d’assalto dai turisti di tutto il Mondo.

Terme di Saturnia - Cascate del Mulino
Terme di Saturnia – Cascate del Mulino (Photo by Raimond Spekking / CC BY)

Come arrivare a Saturnia e alle terme

In auto: da Firenze (180km) prendere la superstrada Firenze-Siena, seguire poi su SS223. Dopo 10 km svoltare su SP10 e proseguire verso Saturnia.
Da Roma (160km)autostrada A12 uscire a Montalto di Castro e prendere la SP105 e seguire verso Manciano (SP107, SR74 e SP10).

Treno e Autobus: le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Albinia, Orbetello, Grosseto. Da queste città dovrete prendere un autobus. Linea 11P Orbetello-Albinia-Manciano delle autolinee Tiemme.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy