Maremma


Follonica, guida alle spiagge e cosa vedere

Follonica e dintorni: le spiagge libere, attrezzate e per bambini

Follonica è una delle più note località di mare della provincia di Grosseto. La città si trova al centro del Golfo di Follonica che si estende tra il Promontorio di Piombino e Punta Ala. Per essere una città toscana, Follonica è decisamente “giovane” dato che la sua origine risale soltanto al 1834 quando il Granduca Pietro Leopoldo II avviò la costruzione delle Reali e Imperiali Fonderie. La sua storia è legata all’industria della siderurgia fino al 1960, quando le acciaierie vennero trasferite nella vicina Piombino. Da allora la notorietà di Follonica come località turistica è cresciuta al punto che oggi è considerata una delle mete più piacevoli per trascorrere le vacanze estive, soprattutto grazie alle belle e spaziose spiagge che la caratterizzano.

Il mare e le spiagge di Follonica

Più volte questo delizioso tratto di mare è stato premiato con la Bandiera Blu a garanzia di un mare pulito dalle acque cristalline. Il turismo ha iniziato a interessarsi di Follonica a partire dagli anni ’60 e per questo il settore ha visto crescere le sue quotazioni strutturando il territorio per l’accoglienza dei visitatori con hotel, alberghi, camping, B&B e case vacanza.

Le spiagge infatti sono, in alcuni tratti, debitamente attrezzate di ombrelloni, sdraio, lettini, bagnino, pattini e pedalò, servizi igenici, docce pubbliche, punti di ristoro con bar e chioschi, campi di beach volley, calcetto e basket, aree pic-nic e parcheggi.

Del Parco Costiero della Sterpaia fa parte la spiaggia di Carbonifera, a nord del centro abitato, valorizzata da una torre che ricorda la vocazione commerciale della zona, dove giungeva il carbone attraverso la ferrovia che qui terminava. È una spiaggia indicata per famiglie con bambini perché i fondali sono bassi, con alle spalle una vegetazione di pini domestici e dune.

Un’altra spiaggia molto bella è quella di Torre Mozza, divisa tra Follonica e Piombino, che prende il nome dall’omonima torre del Cinquecento fatta costruire dagli Appiani a guardia delle incursioni piratesche dei tempi antichi. È un lido a vocazione selvaggia, con sterpaglie e canneti che costeggiano la spiaggia e che nasconde una curiosità nei fondali antistanti. Pare infatti che a circa 30 metri dalla riva si possa osservare con una semplice maschera e un boccaglio, una scogliera parallela alla costa che si dilunga per centinaia di metri ed è probabile che si tratti dell’antica sede della via Aurelia. Oltre a questa noterete una ricca fauna ittica.

Torre Mozza
Torre Mozza (Photo by Paolo Querci / CC BY)

Le spiagge attrezzate nel centro abitato di Follonica

Vicino al centro abitato di Follonica si può scendere al mare alle spiagge del Boschetto, di Pratoranieri e del Lido. Hanno in comune alle spalle una splendida pineta e il fatto di essere attrezzate con stabilimenti di un certo livello. Non mancano tuttavia anche i tratti di spiaggia libera e, quando l’aria è tersa, potrete ammirare in lontananza le isole come l’Elba, Montecristo e la Corsica. Anche la spiaggia della Polveriera è poco distante da Follonica ed è molto divertente per i bambini visto che nelle ore di bassa marea affiorano isolotti di sabbia dove si divertono a giocare.

Cala Martina invece è a circa 7 km da Follonica e non è una spiaggia facilmente accessibile perché non è possibile raggiungerla direttamente in auto, quindi potrete arrivarci solo a piedi o in bici. Si tratta di un posto ideale dove trovare riservatezza e tranquillità. Lungo il sentiero è posto un monumento a Garibaldi in ricordo del suo passaggio in questi luoghi mentre fuggiva inseguito dalle Guardie Pontificie.

Follonica Tramonto
Tramonto sull’Isola d’Elba da Pratoranieri (Photo by Francesco Babboni / CC BY)

Le spiagge libere a Follonica e dintorni

Se amate le spiagge incontaminate, libere e selvagge allora recatevi a quella di Cala Civette percorrendo la strada provinciale n. 158 delle Collacchie e vicino al fiume Alma. La spiaggia prende il nome dalla torre di avvistamento delle Civette del ‘500 su un promontorio immerso nel verde. Altre spiagge dove scegliere di fare il bagno in uno specchio d’acqua cristallino, sono Casetta Civinini e Cala Violina, una delle spiagge più belle di tutta la Maremma.

Oltre le spiagge: cosa visitare in zona

Castello di Valle

Tra le cose più interessanti da vedere c’è il Castello di Valle che risale al IX secolo e dall’alto dell’omonimo poggio offre una bella vista sul golfo. Oggi del castello rimangono solo i ruderi ma il suo fascino resta intatto. In un certo senso lo si può considerare l’origine di Follonica dato che è stato l’unico insediamento abitato della zona fino alla metà dell’Ottocento, quando nacque il primo villaggio-fabbrica di Follonica.

Villaggio-fabbrica di Follonica

Follonica nasce come villaggio-fabbrica per via delle acciaierie nate con la scoperta dei giacimenti di ferro sull’Isola d’Elba, poi trasformati nella fabbrica dell’Ilva. Oggi che la fabbrica è stata dismessa, l’area è stata riutilizzata per collocarvi diverse attività e uffici che l’hanno portato a nuova vita. Questa inoltre è un’area dall’alto potenziale in quanto considerata un importante sito di archeologia industriale. Nel complesso si trova anche il Museo delle arti in ghisa nella Maremma (MAGMA), interamente dedicato all’attività siderurgica di Follonica. Il percorso museale si sviluppa su tre piani con un allestimento innovativo che fa largo uso di elementi multimediali. Il museo è organizzato in tre grandi sezioni, arte, storia e produzione, che approfondiscono ogni tema relativo alla produzione della ghisa sia in ambito locale che internazionale. Non mancano infine le attività didattiche dedicate alle scuole.

Chiesa di San Leopoldo

La Chiesa di San Leopoldo è la più importante di Follonica. Costruita nel 1836, la chiesa è davvero molto particolare e caratteristica per via del largo uso che è stato fatto di un elemento strettamente legato con la storia di Follonica: la ghisa. Numerosi elementi architettonici sono infatti realizzati in ghisa; in particolare il sagrato con le sue colonne e le decorazioni, il rosone, l’abside, la punta del campanile ed anche alcuni arredi.

Chiesa di San Leopoldo a Follonica
Chiesa di San Leopoldo (Photo by Francesco Babboni / CC BY)

Altri posti vicino a Follonica

Nella zona ci sono diverse località turistiche e borghi storici di grande fascino. Tra i più interessanti vi segnalo Scarlino con la sua rocca medievale, la meravigliosa Massa Marittima con tutti i suoi monumenti spettacolari, Montemassi e la città di origine etrusca di Vetulonia.

Eventi e attività

Il folklore di Follonica si rifà alla sua storia recente con la “Follos 1838”, una rievocazione storica del periodo in cui il Granduca di Toscana Leopoldo II, la scelse come centro industriale. La manifestazione include l’esibizione di butteri, il palio delle bandiere, il tiro alla fune dove si sfidano i diversi rioni della stessa città.

Follonica è una delle tappe del Grey Cat Jazz Festival che si tiene in diverse località della Maremma. I divertimenti non mancano con locali notturni come pub, pizzerie, discoteche, lounge bar o ristoranti dove gustare la cucina tipica, fare un aperitivo o prendere un gelato.

Tra gli sport praticabili in zona potete dedicarvi a quelli velici e acquatici, nonché a immersioni, diving, equitazione, gare di polo, di rally e assistere anche alle gare di trotto all’ippodromo comunale.

Come arrivare a Follonica

Follonica si trova a 45 chilometri da Grosseto, 140 da Firenze e 85 da Siena. La città è dotata di una sua stazione ferroviaria posta sulla linea Genoa-Roma che viene regolarmente servita da treni regionali giornalieri. L’aeroporto più vicino è i Galileo Galilei di Pisa che dista circa 90 chilometri.

In auto venendo da nord la strada più veloce da fare è l’autostrada A12 fino all’uscita Rosignano e poi Aurelia in direzione Grosseto. Da sud A12 fino a Civitavecchia e poi Aurelia in direzione nord.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy