Tuscany Planet

La tua guida turistica per la Toscana


Film da Oscar girati in Toscana

Toscana una location per film da Oscar

Con i suoi panorami mozzafiato, le città d’arte, il mare, la storia e cultura, la Toscana ha sempre affascinato i grandi registi, anche internazionali, che spesso e volentieri l’hanno scelta come set cinematografico. I film girati in Toscana non si contano e praticamente i ogni angolo della regione è stato immortalato in qualche pellicola. Qui sono stati ambientati film di tutti i generi. A partire  dai film umoristici, come la mitica trilogia di Amici miei, ma anche thriller come Hannibal o Angeli e demoni, o commedie romantiche come Sotto il sole della Toscana, che ha reso celebre Cortona negli Stati Uniti, film storici e perifino film fantasy che qui hanno trovato ambienti, scorci e panorami ideali per dare forza alle narrazioni.

Tra tutti i film ambientati in Toscana, ce ne sono però alcuni che spiccano per aver conquistato il premio più ambito, l’oscar. Vediamo quali sono e dove sono state girate le scene che vedono la Toscana protagonista.

8½ (1963)

Il primo film di questa rassegna è , il capolavoro del maestro del cinema italiano, Federico Fellini. Il film ottenne fin da subito un grande successo a livello internazione e nel 1964 ottenne ben 2 Oscar, uno come miglior film stranieri ed uno per i costumi raelizati da Piero Gherardi. Alcune scene furono girate nella magnifica location del padiglione regina delle Terme Tamerici di Montecatini. Altre invece furono realizzate in un palazzo ispirato alle terme di Chianciano, frequentate abitualmente da Fellini, che fu costruito appositamente in un bosco vicino Roma.

Darling (1965)

Dai 2 premi Oscar di 8½, passiamo a 3 conqusistati nel 1966 dallo straordinario Darling di John Schlesinger. Questa è la storia di un’arrampicatrice sociale, che passa da una storia d’amore all’altra in una scalata sociale continua che la porta fino a sposare un nobile italiano ma senza raggiungere la vera felicità. La grande interpretazione del personaggio valse il premio Oscar come miglior attrice a Julie Christie, mentre Frederic Raphael ottennte quello per la sceneggiatura e Julie Harris vinse il premio per i migliori costumi. La protagonista toscana del film è invece la magnifica Villa Medicea di Poggio a Caiano.

Villa Medicea di Poggio a Caiano
Villa Medicea di Poggio a Caiano (Photo by Sailko / CC BY)

Romeo e Giulietta (1968)

Con Romeo e Giulietta si non si poteva che giocare in casa perché il regista è il maestro Franco Zeffirelli, un toscano DOC. Per il suo adattamento cinematografico della celebre tragedia shakespeariana, Zeffirelli ha scelto una location di grandissimo impatto come il Palazzo Piccolomini di Pienza, il gioiello rinascimentale della Val d’Orcia. Nel 1969 il film fu premiato con due 2 Oscar, quello per la fotografia di Pasqualino De Santis e quello per i costumi di Danilo Donati.

Piazza Pio II a Pienza: Cattedrale e Palazzo Piccolomini
Pienza (Photo by Oschirmer / CC BY)

Amadeus (1984)

Il 1985 è stato decisamente l’anno di Amadeus, indiscusso capolavoro di Miloš Forman. Agli Oscar ha raccolto 11 candidature con ben 8 statuette tra cui quelle per il miglior film, la migliore regia e il miglior attore protagonista (Murray Abraham); poi ci sono quattro Golden Globe, quattro BAFTA e tre David di Donatello… insomma ha fatto il pieno di premi! La Toscana ha fatto da sfondo di alcune scene che vedevano il progatonista, Antonio Salieri, sul Monte Argentario, in provincia di Grosseto.

Camera con vista (1985)

Camera con vista è ambientato in una Firenze dei primi del Novecento, perfettamente incorniciata da una finestra affacciata sui Lungarni. Il celebratissimo capolavoro del regista James Ivory ottenne 3 premi Oscar: miglior sceneggiatura non originale, migliore scenografia e migliori costumi. La storia ci accompagna tra le più belle piazze del centro storico fino alla collina di Fiesole. La celebre camera con vista apparteneva invece alla Pensione Bertolini in Lungarno degli Archibusieri.

Il paziente Inglese (1996)

Con Il paziente Inglese di Anthony Minghella, facciamo un vero e proprio tour della Toscana. La location principale del film è il Monastero di Sant’Anna in Camprena, vicino Pienza. Il monastero viene utilizzato come ricovero di fortuna dal protagonista, un soldato inglese ferito durante la Seconda Guerra Mondiale. Altre scene sempre in Val d’Orcia, sono state girate in Piazza Pio II a Pienza e nel borgo di Cosona. Anche la Versilia è ben rappresentata con l’Hotel Principe di Piemonte a Viareggio, utilizzato come set di un consolato inglese, la spiaggia di Forte dei Marmi e la Cava Niquila di Massaciuccoli. La Basilica di San Francesco ad Arezzo è invece il set di una delleprincipali scene romantiche del film. Alcune riprese esterne sono state invece realizzate a Ripafratta, in provincia di Pisa. Con delle location così il film non poteva che fare il pieno di premi: 9 Oscar, 2 Golden Globe, 6 BAFTA… etc. etc.

La vita è bella (1997)

La vita è bella, uno dei film italiani più famosi nel mondo, è stato diretto e interpretato da Roberto Begnigni, un vero “toscanaccio”, che ha portato alla nostra regione ben 3 Premi Oscar. Benigni ha portato a casa il riconoscimento per il miglior attore protagonista e il miglior film straniero, mentre Nicola Piovani ha ottenuto il riconoscimento per la migliore colonna sonora. È un film insolito che affronta un tema durissimo come quello dell’Olocausto con un tono molto particolare a metà tra il dramma e la commedia. Il successo del film è stato enorme e tra il 1998 ed il 2000 ha ottenuto un’infinità di premi e riconoscimenti. La storia si svolge tra la Toscana ed un campo di concentramento tedesco. Le ambientazioni scelte sono tutte nella provincia di Arezzo tra la Piazza Grande, il Teatro Signorelli di Cortona, la Villa Masini di Montevarchi e Castiglion Fiorentino.

10 cosde da vedere ad Arezzo: Piazza Grande, Pieve di Santa Maria e Palazzo della Fraternita dei Laici
Piazza Grande di Arezzo

Il gladiatore (2000)

Chi non ricorda la scena dei Campi Elisi del Gladiatore? Il protagonista, Massimo Decimo Meridio, ormai morente, immagina di tornare dalla sua famiglia percorrendo una strada di campagna. Lungo la strada, si nota qualche albero e tutto intorno un panorama meraviglioso fatto di dolci colline e campi di grano. Siamo in Val d’Orcia, per la precisione in località di Terrapille, non distante da Pienza. La casa del gladiatore corrisponde invece con il Podere di Poggio Manzuoli, che si trova nel comune di San Quirico d’Orcia. Il colossal diretto da Ridley Scott è stato uno dei più grandi successi cinematrografici della storia ed ha portato a casa 5 Oscar: miglior film, miglior attore protagonista (Russell Crowe), costumi, effetti speciali e miglior sonoro.

Podere Terrapille Pienza - Campi Elisi
Podere Terrapille Pienza – Campi Elisi (Photo by Enrico Pighetti / CC BY)

La grande bellezza (2013)

Nel 2012, l’Isola del Giglio fu coinvolta nello sciagurato naufragio della nave da crociera Costa Concordia. L’episodio viene ripreso nel film La grande bellezza diretto dal regista Paolo Sorrentino. Nello specifico, il protagonista, Jep Gambardella (interpretato da Toni Servillo), si reca sull’isola per fare un reportage sul naufragio. Oltre al triste relitto della nave si possono ammirare alcune inquadrature della bellissima Isola del Giglio e del Faro di Capel Rosso. Nel 2014 il film ha ottenuto il premio come miglior film straniero sia agli Oscar che ai Golden Globe, 9 David di Donatello e tanti altri riconoscimenti internazionali.