Tuscany Planet
Tuscany Planet

Cosa vedere vicino Prato

La provincia di Prato

La provincia di Prato è la più piccola di tutta la Toscana sia per estensione territoriale che per anzianità dato che è stata istituita nel 1992. Il territorio di Prato è una sottile striscia di terra che confina con la provincia di Firenze a sud ed a est, quella di Pistoia ad ovest e con Bologna a nord. Da un punto di vista ambientale la provincia è piuttosto varia dato che si estende dal fondovalle fino ai rilievi degli Appennini. Anche se decisamente meno nota rispetto altre zone della Toscana, anche quest’area ha molto da offrire tra ville medicee, borghi e castelli.

Cosa vedere vicino Prato

Artimino

Artimino è un piccolo borgo adagiato su un colle del Montalbano nell’area più a sud della provincia di Prato. Questa zona è stata abitata fin dall’epoca etrusca e, con ogni probabilità, il nome “Artimino” dovrebbe derivare da un termine etrusco. Nei dintorni del centro si trovano diversi siti archeologici, tra cui la Necropoli di Prato Rosello, i cui reperti sono stati raccolti nel Museo archeologico di Artimino. Durante il Medioevo, Artimino viene ricordato come castello ed in effetti ancora oggi il borgo è dotato di mura difensive. Poco distante sorge la Pieve di Santa Maria e di San Leonardo in stile romanico che è documentata fin dal 998. A partire dal XV secolo, la famiglia Medici iniziò ad acquistare diversi terreni in questa zona e verso la fine del cinquecento costruì una villa grandiosa a pochi passi da Artimino.

Pieve di Santa Maria e di San Leonardo
Pieve di Santa Maria e di San Leonardo (Photo by Sailko / CC BY)

Villa Medicea La Ferdinanda

La Villa Medicea La Ferdinanda di Artimino è tra le ville più belle ed importanti che i Medici hanno costruito in tutta la Toscana. Chiamata anche Villa dei cento camini (basta vedere la foto per capirne il motivo…), questa villa fu costruita in appena 4 anni tra il 1596 ed il 1600 dall’architetto Bernardo Buontalenti che ricevette l’incarico dal Granduca Ferdinando I. Oggi la villa è utilizzata come location per eventi e matrimoni ed è visitabile solo su appuntamento però ne vale assolutamente la pena!

Villa di Artimino
Villa Medicea La Ferdinanda (Photo by Sailko / CC BY)

Carmignano

Carmignano sorge tra belle colline coltivate ad olivo e vite, dove viene prodotto l’omonimo vino rosso. I principali punti di interesse di questo borgo sono la Propositura dei Santi Michele e Francesco che risale al XIV secolo ed al suo interno custodisce un’importante opera del Pontormo, la Visitazione, e la rocca medievale che fu costruita intorno al X secolo nella parte più alta del paese a controllo dell’area circostante. Oggi la rocca è di proprietà del comune ed è spesso utilizzata come sede per eventi e manifestazioni culturali.

Villa Medicea di Poggio a Caiano

Storica residenza estiva della famiglia Medici, la meravigliosa Villa Medicea di Poggio a Caiano fu costruita tra il 1470 ed il 1520 secondo il progetto di Giuliano da San Gallo. Questa villa rappresenta un magnifico esempio di architettura rinascimentale in grado di mettere in relazione elementi classici con la tradizione delle ville rurali toscane creando un’armonia di spazi e stili. Nel corso dei secoli la villa subì alcune modifiche come quando al piano terra fu creato un teatro o quando ai primi dell’Ottocento fu aggiunta la doppia scalinata che conduce fino al terrazzo del primo piano. All’interno ci sono da visitare gli appartamenti storici ed il Museo della Natura Morta che raccoglie circa 200 dipinti, realizzati tra la fine del Cinquecento e la metà del Settecento, che facevano parte delle collezioni granducali.

Villa Medicea di Poggio a Caiano
Villa Medicea di Poggio a Caiano (Photo by Sailko / CC BY)

Montemurlo

Il centro storico di Montemurlo è sicuramente uno dei luoghi più interessanti da vedere nella provincia di Prato. Appollaiato sulla sommità di un poggio, il piccolo borgo medievale di Montemurlo è in grado di regalare grandi sorprese ai viaggiatori. Il monumento principale è sicuramente il Castello di Montemurlo che sorge in posizione panoramica al centro di un bel parco. Un tempo appartenuto alla potente famiglia dei conti Guidi che ne avevano fatto un importante avamposto militare, il castello è stato trasformato in una residenza signorile intorno alla metà del Cinquecento. Nella piazzetta principale si trova invece la storica Pieve di San Giovanni Decollato che fu costruita tra il 1085 ed il 1096; all’interno si possono ammirare alcune opere realizzate tra il Cinquecento ed il Seicento.

Castello di Montemurlo
Castello di Montemurlo (Photo by Panzagiovanni / CC BY)

Vaiano

Vaiano è un centro di origine romana situato nella Val di Bisenzio, poco più a nord di Prato. La vicinanza del fiume è stata decisiva per lo sviluppo di questo borgo ed infatti, già in epoca medievale, Vaiano era un centro produttivo di rilievo con numerosi mulini che sfruttavano la forza dell’acqua. A partire dall’Ottocento invece, Vaiano diventò un importante centro tessile. Il monumento più importante del paese è la Badia di San Salvatore che faceva parte di un monastero costruito dai benedettini tra XI e XII secolo. La chiesa, in stile romanico, è molto bella ed all’interno conserva alcune opere interessanti; da visitare anche l’annesso museo di arte sacra. Tra le altre cose da vedere ci sono la rinascimentale Villa il Mulinaccio ed il Centro di Documentazione Storico-Etnografico della Val di Bisenzio.

Badia di San Salvatore a Vaiano
Badia di San Salvatore a Vaiano (Photo by Sailko / CC BY)

Rocca di Cerbaia

La Rocca di Cerbaia si trova immersa nel verde sulla cima di un colle che domina il fiume Bisenzio. Costruito probabilmente tra la fine dell’XI e l’inizio del XII secolo, il castello fu concesso dall’Imperatore Federico Barbarossa ai Conti Alberti che ne mantennero il possesso fino al 1361, anno in cui la rocca fu venduta a Firenze. Nel corso dei secoli successivi la fortificazione perse importanza ed è passata di mano più volte fino a quando, non molti anni fa, è stata acquistata dal Comune di Cantagallo che ha avviato delle opere di restauro e conservazione.

Rocca di Cerbaia
Rocca di Cerbaia (Photo by Vignaccia76 / CC BY)

La Rocca oggi è ridotta allo stato di rudere anche se si possono ancora individuare le due cinte murarie e diverse strutture tra cui spicca il torrione centrale a base pentagonale. Ai piedi del colle si trova ancora il ponte medievale (Ponte di Cerbaia) che serviva per attraversare il Bisenzio e raggiungere il castello. Il Ponte di Cerbaia è ancora più antico della Rocca dato che risale all’Alto Medioevo ed è caratterizzato da tre arcate a sesto ribassato. Non mi chiedete come, ma su un fianco del ponte è nato e cresciuto un cipresso!

Ponte di Cerbaia
Ponte di Cerbaia (Photo by Vignaccia76 / CC BY)

Vernio

Vernio è il comune più a nord di tutta la provincia di Prato; il suo territorio è per lo più montuoso e caratterizzato da una fitta vegetazione. Ottima meta estiva per una vacanza all’insegna del relax e del contatto con la natura, Vernio ha molto da offrire anche dal punto di vista storico artistico. Tra i principali punti di interesse ci sono la Rocca di Vernio (di proprietà privata), la Badia di Santa Maria a Montepiano, la Pieve dei Santi Ippolito e Cassiano ed il Mumat, Museo delle Macchine Tessili.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy