Costa degli Etruschi
Costa degli Etruschi

Cosa vedere a Suvereto

Alla scoperta di Suvereto, un bel borgo medievale in val di Cornia

Suvereto è un piacevole borgo di origine medievale posto a dominio della val di Cornia che ha mantenuto intatta la sua atmosfera tipica. Il paese, ancora cinto dalle mura medievali, ha conservato il suo tessuto urbano capace di regalare al visitatore scorci notevoli e piccole sorprese dietro ogni angolo.

Buona parte dei monumenti di Suvereto risale al periodo tra il XII ed il XIII secolo quando il borgo era un feudo degli Aldobrandeschi. Successivamente Suvereto entrò a far parte della Repubblica Pisana, dello Stato di Piombino, del Principato di Lucca e del Granducato di Toscana.

Situato in una zona collinare non lontano dal mare della Costa degli Etruschi e dall’Isola d’Elba, Suvereto è un centro apprezzato da chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna della buona tavola, della cultura e della quiete.

Cosa vedere a Suvereto

La visita a Suvereto inizia da piazza Vittorio Veneto, appena fuori dalla mura cittadine. Qui troviamo, una di fianco all’altra, la Pieve di San Giusto e l’ex Oratorio di San Michele Arcangelo, oggi sede del Museo di Arte Sacra.

Pieve di San Giusto

Documentata fin dal X secolo, l’attuale pieve di San Giusto fu costruita nel 1189; si tratta di uno tra i più interessanti esempi di architettura romanica della provincia di Livorno. La sobria facciata è impreziosita da un bel portale caratterizzato da due colonne di ispirazione classica che sorreggono due leoni intenti a ghermire due figure umane. All’interno, l’elemento di maggior interesse è il fonte battesimale; una vasca ottagonale probabilmente realizzata in occasione del rifacimento di fine XII secolo.

cosa vedere a Suvereto: Pieve di San Giusto a Suvereto
Pieve di San Giusto (Photo by Luca Aless / CC BY)

Museo di Arte Sacra “San Giusto”

Il museo di Arte Sacra di Suvereto è allestito all’interno dell’Oratorio della Confraternita della Misericordia e del SS. Sacramento (1881). Inaugurato nel 2000, il museo espone opere come statue lignee, quadri, arredi liturgici e reliquiari, provenienti da vari luoghi del paese ed in particolare dalla pieve di San Giusto. Tra le opere più importanti citiamo la scultura Madonna della Fonte degli Angeli di Andrea Guardi (XV secolo) e le statue lignee raffiguranti l’Annunciazione, attribuite a Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta.

Indirizzo: Piazza Vittorio Veneto 3

Orari:
Luglio – 15 Settembre: sabato-domenica 17.00-19.00 e 21.00-23.00
16 Settembre – Giugno: sabato-domenica 17.00-19.00.

Le mura di Suvereto

A due passi dal museo, una graziosa porta cittadina ci indica la via per proseguire la nostra visita del borgo. Nota in passato con vari nomi (Porta al Piano, Porta a Mare, Porta piombinese e Porta Grande), l’attuale porta fu costruita nel 1857 in sostituzione della precedente porta medievale. Attraversandola si accede al corso principale del paese, via Magenta, che conduce alla seconda porta cittadina (Porta di Sassetta). Le due porte si aprono su una ben conservata cinta muraria che conserva ancora alcune tra le torri difensive di cui era dotata in origine.

cosa vedere a Suvereto: Porta cittadina
Porta di Suvereto (Photo by Sailko / CC BY)

Chiesa della Madonna di sopra la Porta

Poco oltre la porta cittadina, troviamo lungo il corso principale la settecentesca Chiesa della Madonna di sopra la Porta. La chiesa venne realizzata al posto di una precedente chiesa del Quattrocento di cui è stata conservata la lunetta posta a coronamento del portale di ingresso. All’interno, presso l’altare maggiore, un quadro raffigurante Madonna con Bambino (XV secolo) è l’assoluto protagonista della scena incorniciato com’è tra marmi variopinti.

Palazzo Comunale

Deviando dal corso principale su via Piave si raggiunge rapidamente il Palazzo Comunale. Bellissimo esempio di edilizia medievale, fu costruito agli inizi del XIII secolo a seguito dell’autonomia amministrativa concessa al borgo dagli Aldobrandini. Gli elementi di spicco dell’edificio sono la Loggia dei Giudici, dove venivano emesse le sentenze, e la torre campanaria che sormonta il complesso.

Suvereto Palazzo Comunale
Palazzo Comunale di Suvereto

Chiesa del Crocifisso e chiostro di San Francesco

Tornado sul corso principale, si attraversa piazza Gramsci per raggiungere la chiesa del Crocifisso e il chiostro dell’ex Convento di San Francesco.

La chiesa del Crocifisso, fu eretta nel Cinquecento per conservare un Cristo Crocifisso, scultura lignea del 1420 attribuita a Domenico dei Cori. Dato che il patrono di Suvereto è proprio la Santa Croce, quest’opera riverste un ruolo importante durante le celebrazioni della festa patronale.

L’ex Convento di San Francesco, costruito nel 1288 e soppresso in epoca napoleonica, oggi è stato riconvertito in abitazioni private. Del convento possiamo ancora apprezzare il chiostro che, con i suoi portici ben conservati, crea un ambiente piacevole e tranquillo.

cosa vedere a Suvereto: Chiostro di San Francesco
Chiostro di San Francesco (Photo by Sailko / CC BY)

Museo artistico della Bambola

Nell’ultimo tratto di via Magenta, il Museo della Bambola raccoglie bambole di varie epoche. L’esposizione ripercorre l’evoluzione stilistica di questo particolare tipo di produzione con particolare attenzione alle tecniche ed ai materiali impiegati.

Indirizzo: via Magenta 14

Orari:
Settembre – Giugno: sabato, domenica e festivi 17.00-19.00
15 giugno – 1 settembre: sabato, domenica e festivi 17.00-19.00 e 21.00-23.00

Biglietto: gratuito

Rocca Aldobrandesca

Situata sul poggio nel punto più alto del borgo, la rocca Aldobrandesca è documentata fin dal X secolo. Ristrutturata più volte nei secoli anche ad opera della Repubblica di Pisa, fin dal Seicento ha perso la sua funzione militare e nel XIX secolo fu adibita a funzioni civili. Attualmente la struttura è di proprietà del Comune che l’ha aperta al pubblico a seguito di una serie di restauri. Buon punto panoramico sulla val di Cornia, la fortezza conserva ancora parte delle sue strutture tra cui i ruderi della torre costruita nell’XI secolo.

cosa vedere a Suvereto: Rocca di Suvereto
Rocca di Suvereto

Cosa vedere nei dintorni di Suvereto

Da Suvereto si possono raggiungere rapidamente molti centri situati lungo la Costa degli Etruschi come Piombino, Campiglia Marittima, Populonia, Sassetta, Bolgheri o Castagneto Carducci.

Come arrivare a Suvereto

In auto:
Da nord A12 fino all’uscita Venturina, da lì seguire le indicazioni per Suvereto su SS398
Da sud A12 fino all’uscita Follonica Est e continuare su SR439, SP33, SP19 e SS398

In treno e bus: la stazione ferroviaria più vicina è quella di Campiglia Marittima. Da lì autobus linea 003 di Tiemme Piombino.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy