Tuscany Planet
Tuscany Planet

Cosa vedere a Santa Fiora sull’Amiata

Una visita rilassante nel caratteristico borgo di Santa Fiora

Castello

La nostra visita a Santa Fiora inizia nel terziere di Castello, per la precisione in piazza Garibaldi dove si possono ammirare alcune delle strutture riferibili all’antico Castello degli Aldobrandeschi. Le principali testimonianze del castello che fu, sono le due torri che ancora svettano anche se inglobate dai palazzi circostanti. La prima delle due, impostata sopra un basamento a scarpa, risale al XIV secolo ed è caratterizzata dalla presenza di un orologio. L’altra torre, più alta, un tempo era adibita a carcere ed ancora al suo interno è possibile vedere alcuni dei disegni e degli scritti incisi sui muri dai suoi “ospiti”.

cosa vedere a Santa Fiora - Torre

Palazzo Sforza

I palazzi di maggior pregio del borgo sono il Palazzo pretorio, oggi sede dell’Enel oltre che dell’Ufficio Turistico e il Palazzo Cesarini Sforza. Il Palazzo Sforza, costruito sui resti dell’antica fortezza aldobrandesca, è un edificio di epoca rinascimentale che è sede sia del Comune che del Museo delle Miniere di Mercurio del Monte Amiata.

Museo delle Miniere di Mercurio del Monte Amiata

Il Museo delle Miniere è stato creato sia per raccontare la storia delle miniere amiatine che per far comprendere la durezza del lavoro dei minatori e i grandi rischi a cui andavano in contro nello svolgimento delle loro mansioni.

Biglietti: intero 3 euro; ridotto 2

Per informazioni sugli orari vi rimandiamo al sito web del museo.

cosa vedere a Santa Fiora
Santa Fiora (santafioraturismo.it)

Pieve delle Sante Flora e Lucilla

Attraversando il terziere di Castello si raggiunge piazza dell’Arcipretura dove sorge la Pieve delle Sante Flora e Lucilla. Citata già nel XII secolo, la chiesa conserva uno stile romanico-gotico. In facciata si può ammirare un portale tardo-rinascimentale e soprattutto un bel rosone romanico. L’interno, a tre navate, presenta una sorpresa non da poco: una straordinaria collezione di terrecotte robbiane! Presso il fonte battesimale troviamo una pala raffigurante il Battesimo di Gesù; un’altra pala rappresenta la Madonna della cintola; il pulpito, composto da tre scene, racconta gli episodi dell’Ultima Cena della Resurrezione e dell’Ascensione; un trittico composto dall’incoronazione della Vergine e dai Santi Francesco e Girolamo; chiudono il ciclo di terrecotte un crocifisso ed il tabernacolo degli olii santi nei pressi dell’altare maggiore.

cosa vedere a Santa Fiora - Pieve delle sante Flora e Lucilla - Battesimo di Gesù
Battesimo di Gesù (Photo by Mattana)

Non distante dalla pieve si oltrepassa la porticciola per raggiungere il terziere di borgo, una zona molto caratteristica concentrata tra il Convento delle Clarisse e quello degli Agostiniani, dove in passato fu creato il ghetto ebraico.

La peschiera di Santa Fiora

Arriviamo infine del terziere di Montecatino. Qui troviamo la chiesa della Madonna delle Nevi e la famosa peschiera. Nata come vivaio di trote al tempo degli Aldobrandeschi, la peschiera, che è alimentata dalle sorgenti del fiume Fiora, fu trasformata dagli Sforza in quel piacevolissimo parco-giardino che ritroviamo ancora oggi e che rappresenta uno dei principali motivi di interesse della visita a Santa Fiora.

cosa vedere a Santa Fiora: Peschiera di Santa Fiora
La peschiera di Santa Fiora (Photo by Sailko / CC BY)

Cosa vedere nei dintorni di Santa Fiora

Sul Monte Amiata e negli immediati dintorni, ci sono molti altri borghi interessanti da visitare, tra questi vi segnalo Arcidosso, Abbadia San Salvatore, Piancastagnaio e Roccalbegna.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy