Tuscany Planet
Tuscany Planet

Cosa vedere a Sansepolcro in val Tiberina

Sansepolcro vicino Arezzo, la patria di Piero della Francesca

Sansepolcro è una bellissima cittadina situata nell’alta val Tiberina in provincia di Arezzo. Quando si parla di Sansepolcro non si può non parlare anche del suo figlio più illustre: Piero della Francesca. Piero fu uno dei più grandi artisti del Rinascimento e la città conserva alcune delle sue opere. Tra queste, c’è un affresco in Palazzo dei Conservatori che raffigura la Resurrezione di Cristo.
Adesso vi starete chiedendo se la città ha qualcosa a che fare con il Santo Sepolcro presso cui erano conservate le spoglie mortali di Gesù…

Piero della Francesca - Resurrezione (Museo Civico di Sansepolcro)
Piero della Francesca – Resurrezione (Museo Civico di Sansepolcro – museocivicosansepolcro.it)

Perché si chiama Sansepolcro?

Secondo una trazione medievale, il borgo di Sansepolcro risale al X fu fondato da Arcano ed Egidio, due pellegrini di ritorno dalla Terra Santa. I due avrebbero costruito qui un oratorio per preservare alcune reliquie sacre provenienti dal Santo Sepolcro di Gerusalemme. Questa storia ci fornisce una buona spiegazione riguardo l’origine di questo nome insolito nome.

Non sappiamo quanto di vero ci sia in questa storia però i documenti dell’XI secolo ci parlano di un’abbazia intitolata proprio al Santo Sepolcro.

Cosa vedere a Sansepolcro

Nella zona sud del centro storico, vicino alla stazione ferroviaria e ad alcuni parcheggi, troviamo alcune chiese degne di interesse: la chiesa di San Lorenzo, l’ex chiesa di Santa Chiara e la Chiesa di Santa Maria dei Servi. Ognuna di queste chiese custodisce qualche opera importante, in particolare vi segnaliamo una Deposizione opera di Rosso Fiorentino situata all’interno della chiesa di San Lorenzo.

Dalla chiesa di Santa Maria dei Servi prendiamo via della Fraternità e ci incamminiamo verso il Duomo. Lungo il tragitto abbiamo l’occasione di attraversare la piazza principale della città: Piazza Torre di Berta. Una bella piazza ariosa su cui si affacciano alcuni palazzi signorili ed anche una torre di origine medievale.

Il Duomo

Poco oltre la piazza principale si raggiunge il Duomo. Intitolato a San Giovanni Evangelista, l’edificio fu fondato nell’XI secolo salvo poi essere rimaneggiato in più occasioni fino a quando, nel corso del Novecento, non furono ripristinate le sue forme originarie. All’interno sono molte le opere che meritano la nostra attenzione. In una cappella a sinistra del presbiterio è conservato il Volto Santo, una scultura lignea probabilmente di epoca carolingia. Sull’altare maggiore è collocato il polittico della Resurrezione di Niccolò di Segna (XIV secolo); infine citiamo la Resurrezione di Gesù di Raffaellino del Colle.

Cosa vedere a Sansepolcro Duomo di Sansepolcro
Duomo di Sansepolcro (Photo by Sailko / CC BY)

Usciti dalla cattedrale, soffermatevi ad ammirare l’edilizia circostante fatta di piazze, archi e palazzi di pregio come il Palazzo delle Laudi, oggi sede del Comune.

Museo Civico

Allestito nel 1975 all’interno del Palazzo della Residenza, il museo espone le opere della collezione civica che si è formata a partire dall’Ottocento e alcuni affreschi prevenienti dalle chiese cittadine. Oltre a queste opere pittoriche sono conservati anche dei reperti archeologici, terrecotte, incisioni, stampe, oreficerie e paramenti sacri.

Si tratta di una collezione davvero importante, in cui sono rappresentati autori come Piero della Francesca, Pontormo, Raffaellino del Colle e Andrea della Robbia, solo per citarne alcuni.

Indirizzo: via Niccolò Aggiunti 65

Orari:
16 Settembre – 9 Giugno: 10.00-13.00 e 14.30-18.00
10 Giugno – 15 Settembre: 10.00-13.30 e 14.30-19.00
Chiuso: 25 dicembre, 1 gennaio

Biglietti: intero 10 euro; ridotto 8,50 euro (più di 65 anni, gruppi e giovani 19-25 anni); 4,50 euro giovani 11-18 anni; gratis 0-10 anni, giornalisti e militari

Sito ufficiale

Cosa vedere a Sansepolcro Andrea della Robbia - Madonna col Bambino (Museo Civico di Sansepolcro)
Andrea della Robbia – Madonna col Bambino (Museo Civico di Sansepolcro – museocivicosansepolcro.it)

Piazza San Francesco

Nelle vicinanze del museo troviamo la piacevole piazza San Francesco su cui si affacciano l’omonima chiesa di San Francesco intitolata al santo di Assisi e la chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Aboca Museum

Dalla piazza riprendiamo adesso via Aggiunti per raggiungere altre tappe del nostro tour. Al numero 71 della strada troviamo la casa di Piero della Francesca. Subito oltre ci sono la chiesa di San Rocco e il Palazzo Bourbon del Monte che oggi è la sede dell’Aboca Museum. Il museo documenta e ricostruisce la storia dell’erboristeria e dell’utilizzo delle erbe medicinali.

Indirizzo: via Niccolò Aggiunti 75

Orari:
Aprile – Settembre: 10.00-13.00 e 15.00-19.00
Ottobre – Marzo: 10.00-13.00 e 14.30-18.00

Biglietti: intero 8 euro; ridotto (10-14 anni, over 65 anni, studenti) 4 euro; gruppi 6 euro; gratuito per bambini sotto i 10 anni e guide turistiche

Sito web

Cosa vedere a Sansepolcro Aboca Museum a Sansepolcro - Antica spezieria
Aboca Museum – Antica spezieria (abocamuseum.it)

Fortezza Medicea

La Fortezza Medicea di Sansepolcro fu progettata da Giuliano da Sangallo e successivamente completata da Alberto Alberti nel 1561. Si tratta di un edificio militare di forma quadrilatera dotato di quattro puntoni angolari che è il rifacimento di una precedente costruzione del 1318. Nel XIX la fortezza fu trasformata in azienda agricola ed oggi è di proprietà privata. Purtroppo la struttura non versa in buono stato, la speranza è che prima o poi essere restaurata e resa accessibile.

Cosa vedere a Sansepolcro Fortezza Medicea di Sansepolcro
Fortezza Medicea di Sansepolcro (Photo by CARELLE / CC BY)

Museo della Vetrata antica

Allestito all’interno della chiesa sconsacrata di San Giovanni Battista, il museo raccoglie vetrate provenienti dalla collezione “Giuseppina Bernardini” e dalla donazione “Luigi Fatti”. Si tratta per lo più di opere del XIX e del XX secolo. Oltre alle vetrate, il museo ha una sezione dedicata all’arte del vetro dipinto in cui sono esposti bozzetti ed incisioni oltre ai materiali ed agli attrezzi impiegati nella lavorazione del vetro.

Indirizzo: via Giovanni Buitoni 9

Biglietti: intero 1,50 euro

Cosa vedere nei dintorni

La Valtiberina ha altri centri interessanti da visitare: tra questi citiamo Pieve Santo Stefano, nota anche come la Città del Diario ed Anghiari, la città resa celebre dalla battaglia ritratta nell’opera perduta di Leonardo da Vinci.

Come arrivare a Santosepolcro

In auto: da Arezzo (37 km) SS73; da Firenze (115 km) o Roma (250 km) A1/E35 fino ad Arezzo e poi SS73

In treno e bus: in treno fino ad Arezzo e da lì bus delle autolinee Etruria Mobilità.



Booking.com

Potrebbe interessarti anche...

10 posti da visitare nella Val Tiberina toscana
Cosa vedere a Pieve Santo Stefano in Val Tiberina
Anghiari cosa vedere nel paese reso celebre da una battaglia

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cliccando sull'apposito tasto acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy