Val d'Elsa
Val d'Elsa

Cosa vedere a San Miniato in provincia di Pisa

San Miniato nel nord della val d’Elsa

San Miniato sorge poco a sud dell’Arno in una posizione storicamente importante a metà strada tra Firenze e Pisa e sul tracciato della via Francigena. Il centro storico del paese ha mantenuto un caratteristico impianto tentacolare, suddiviso in più borghi, che segue l’andamento dei crinali collinari.

San Miniato cosa vedere: Vista Panoramica sulla città
San Miniato

San Miniato cosa vedere:

  • Chiesa della Santissima Annunziata
  • Chiesa di San Domenico
  • Via Angelica
  • Seminario
  • Duomo
  • Museo diocesano di arte sacra
  • Santuario del Crocifisso
  • Rocca di Federico II
  • Accademia degli Euteleti

Nella parte occidentale del borgo, segnaliamo l’interessante chiesa della Santissima Annunziata e l’elegante Palazzo Grifoni. Poco oltre, appena fuori dal centro, troviamo l’ex Monastero di Santa Chiara  al cui interno è stato allestito un museo (visitabile solo su prenotazione) gestito dalla Fondazione Conservatorio di Santa Chiara.

Le piazze centrali di San Miniato

Il cuore del borgo è costituito da una serie di piazze di forma irregolare; la prima di queste è Piazza del Popolo. Sul fondo della piazza, lungo l’asse principale del paese, si impone la facciata incompiuta della Chiesa di San Domenico (già Chiesa dei Santi Jacopo e Lucia). L’interno, che a differenza della facciata è riccamente ornato, conserva svariate opere pittoriche e scultoree.

Nei pressi della chiesa segnaliamo la cosiddetta Via Angelica, un passaggio che permette di raggiungere tre ambienti ricchi di affreschi datati tra il XIV e il XVIII secolo.

cosa vedere a San Miniato Via Angelica - Oratorio di Sant'Urbano
Via Angelica – Oratorio di Sant’Urbano (Photo by Sailko / CC BY)

Proseguendo su via Augusto Conti si raggiunge Palazzo Roffia sede dell’Arciconfraternita di Misericordia e del relativo Museo (gratuito ma visitabile su prenotazione). Poco oltre, si apre Piazza della Repubblica (già Piazza del Seminario.) La piazza è caratterizzata dalla presenza dello scenografico Seminario che ne occupa quasi tre lati su quattro.

cosa vedere a San Miniato Seminario di San Miniato
Seminario di San Miniato

Tre scalinate collegano Piazza della Repubblica alla sovrastante Piazza del Duomo. La bella piazza alberata, un tempo sede sia del potere temporale che di quello spirituale, offre un’ampia visuale sulla valle dell’Arno.

Il Duomo e la Torre di Matilde

La Cattedrale di Santa Maria Assunta e di San Genesio è un edificio in mattoni che risale al XIII secolo. Al termine della struttura si innalza una poderosa torre campanaria chiamata Torre di Matilde, che un tempo faceva parte dei sistemi difensivi della città. Insieme a quella di Federico II, la Torre di Matilde offre una visuale completa sul borgo e sul territorio circostante.

cosa vedere a San Miniato: Duomo di San Miniato
Duomo di San Miniato

Museo diocesano di Arte Sacra

Allestito all’interno di locali adiacenti al Duomo, il museo espone opere pittoriche, scultoree e di altro tipo provenienti dalle chiese delle diocesi di San Miniato.

Indirizzo: Piazza del Duomo 1

Orari:
Novembre-Marzo: venerdì-domenica 10.00-13.00
Aprile-Ottobre: tutti i giorni 10.00-13.00 e 14.00-17.00

Biglietti: intero 2,50 euro; ridotto 2 euro; gratis bambini e over 65 anni.
Biglietto cumulativo per tutti i poli del Sistema Museale: 5 euro

Santuario del Crocifisso

Il santuario del Crocifisso si trova alle spalle del Duomo a breve distanza dalla piazza. Si tratta di una chiesa a croce greca sormontata da una cupola su tamburo. Nel suo sfarzoso interno è conservato un crocifisso ligneo dell’XI secolo ritenuto miracoloso.

cosa vedere a San Miniato: Santuario del Crocifisso
Interno del Santuario del Crocifisso (Photo by Vignaccia76 / CC BY)

Rocca di Federico II

Da Piazza del Duomo si può rapidamente raggiungere la vetta del colle su cui sorgeva il castello voluto dall’imperatore Federico II. Della fortezza rimane la torre che venne ricostruita dopo la distruzione del 1944.

Orari:
Ottobre-Marzo: sabato-domenica e festivi 11.00-16.00
Aprile-Settembre: martedì-domenica e festivi 11.00-18.00

Biglietti: 3,50 euro

cosa vedere a San Miniato: Torre di Federico II a San Miniato
Torre di Federico II (Photo by Sailko / CC BY)

Scendendo dal Santuario del Crocifisso sulla strada principale, raggiungiamo il Municipio cittadino. All’interno del palazzo comunale fu costruito, verso la fine del XIII secolo, l’oratorio Loretino che originariamente aveva la funzione di cappella privata dei governanti.
Da lì, riprendiamo la nostra visita costeggiando il rilievo della rocca ed incontriamo prima l’oratorio della Trinità (XVI secolo) e poi la chiesa di San Francesco (XIII-XV secolo).

Accademia degli Euteleti

L’Accademia degli Euteleti ha la sua sede all’interno di Palazzo Migliorati nella parte orientale di San Miniato. L’accademia, fondata nella prima metà del Seicento con il nome di Accademia degli Affidati, ha finalità di ricerca e promozione nell’ambito delle scienze e delle arti.

Indirizzo: Piazza XX Settembre 21

Orari: mercoledì-domenica 15.00-18.00

Biglietto: gratuito

Per ulteriori informazioni sui musei vi rimandiamo al sito del comune e al sito della Fondazione San Miniato Promozione. In particolare, contattando l’ufficio turistico il Sistema Museale di San Miniato  potrete prenotare una visita guidata anche all’area archeologica di San Genesio che si trova a breve distanza dal borgo sull’antico tracciato della via Francigena.

Cosa vedere nei dintorni di San Miniato

San Miniato si trova a breve distanza da Empoli, Cerreto Guidi e Vinci. Addrentrandovi nella val d’Elsa troverete via via Castelfiorentino, Certaldo, San Gimignano, Poggibonsi e gli altri borghi della zona: tutti meritevoli di una visita!

Potrebbe interessarti anche...

San Gimignano cosa vedere nella città delle torri
Cosa vedere in val d’Elsa
Cosa vedere a Certaldo, la casa di Boccaccio
Cosa vedere a Poggibonsi e dintorni
Cosa vedere a Radicondoli in provincia di Siena
Cosa vedere a Casole d’Elsa vicino Siena

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cliccando sull'apposito tasto acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy