Maremma


Cosa vedere a Manciano in Maremma

Il borgo medievale di Manciano in provincia di Grosseto

Il borgo medievale di Manciano sorge in una bella area collinare della Maremma toscana in provincia di Grosseto. Il paese sorge sulla cima di un colle, ad un’altitudine di 444 metri sul livello del mare, da cui gode di una bella vista a 360° che spazia dal Monte Amiata fino al mare.

Numerosi ritrovamenti archeologici documentano che quest’area è stata abitata fin dalla preistoria. Il borgo medievale sorse attorno ad una fortezza degli Aldobrandeschi documentata fin dal XII secolo. La rocca, situata nel punto più alto del borgo, fu conquistata dai senesi nel 1416 e nel 1455 entrò a far parte dei possedimenti degli Orsini, conti di Pitigliano. Con il Granducato di Toscana, le fortificazioni di Magliano persero importanza ed il paese diventò un centro agricolo. Durante la Seconda Guerra Mondiale, gli abitanti di Manciano si distinsero nella lotta contro i nazifascisti e per questo motivo la città è stata insignita della Croce di guerra al valor militare.

Cosa vedere a Manciano: guida alla visita

Un tempo il centro storico di Manciano era cinto da una lunga cerchia di mura di cui oggi rimangono alcune parti inglobate nell’abitato. Delle undici torri originarie se ne ritrovano un paio situate rispettivamente in via Trento e nei pressi di Porta Fiorella. Impreziosita dallo stemma degli Aldobrandeschi, la porta si trova nel lato nord del paese ed è da qui che iniziamo la nostra visita al borgo.

Chiesa di San Leonardo

Oltrepassata la porta, si nota subito il campanile della chiesa di San Leonardo che svetta sui tetti circostanti. La chiesa risale al XIV-XV secolo ma è stata completamente stravolta nei secoli ed oggi solo il campanile ha mantenuto lo stile medievale delle origini. All’interno sono conservati un fonte battesimale risalente al XIV secolo ed un dipinto di Paride Pascucci raffigurante San Leonardo (1894).

Museo di Preistoria e Protostoria della valle del Fiora

Due passi di numero e si raggiunge il Museo di Preistoria e Protostoria della valle del Fiora ospitato dal palazzo Nardelli in via Corsini. È un museo molto interessante perché documenta la storia e l’occupazione di questo territorio dal Paleolitico fino all’età del Bronzo. Tutto il percorso museale è basato da un lato sui reperti provenienti dai vari siti archeologici della zona e dall’altro sull’utilizzo di strumenti tecnologi e multimediali utilizzati per coinvolgere maggiormente il visitatore.

Rocca aldobrandesca di Manciano

Ancora pochi passi e si raggiunge la vetta dove trova posto l’edificio principale di Manciano: la Rocca Aldobrandesca. L’attuale edificio risale al 1424 ed è opera della Repubblica di Siena. Seppur rimaneggiata nel corso del tempo, l’imponente rocca aldobrandesca di Manciano possiede ancora alcune delle caratteristiche tipiche dei castelli medievali: un’alta torre, mura con merli ed un solido basamento a scarpa.

Manciano cosa vedere: Rocca Aldobrandesca di Manciano
Rocca Aldobrandesca di Manciano (Photo by LigaDue / CC BY)

Alle spalle della rocca si apre una bella piazza intitolata a Garibaldi. Al centro di questa piazza troviamo una fontana monumentale realizzata nel 1913 da Vincenzo Rosignoli per celebrare la costruzione dell’acquedotto del Fiora.

Cosa vedere nei dintorni di Manciano

L’area intorno a Manciano è caratterizzata da verdi colline disseminate di piccoli paesini, castelli e chiesette rurali. La zona è famosa soprattutto per le celebri terme di Saturnia che ogni anno attirano tantissimi visitatori da tutto il mondo. Oltre a Saturnia ci sono da visitare altri borghi medievali come Montemerano, siti archeologici e aree naturali. Il mare non è poi così lontano dato che Manciano si trova a circa 35 chilometri dalla costa. Tra l’altro ci sono diversi posti molto belli dove rilassarsi in riva al mare o fare un bagno rigenerante.

Terme di Saturnia

Le terme di Saturnia sono una delle principali attrazioni dei dintorni di Manciano. Conosciute fin dall’antichità per le loro proprietà terapeutiche, le terme di Saturnia godono di una fama internazionale soprattutto grazie alle spettacolari Cascate del Mulino. Oltre alle terme anche il paese merita senz’altro una visita. Anche qui si trova una rocca aldobrandesca ed un bel museo archeologico.

Montemerano

Il piccolo centro di Montemerano è un vero e proprio gioiellino. Considerato uno dei borghi più belli d’Italia, Montemerano ha ben conservato il suo centro storico medievale fatto di stradine contorte e piccole piazzette, tutti racchiusi dalle mura storiche. Passeggiando tra le sue viuzze potrete ammirare scorci deliziosi tra casette in pietra addossate le une alle altre. Da vedere la chiesa romanica di San Giorgio che al suo interno conserva diverse opere d’arte.

Castellum Aquarum

In località Poggio Murella, a circa 14 km da Manciano, si trovano i resti di una grande cisterna di epoca romana (I secolo a.C.) chiamata Castellum Aquarum. La cisterna è un vero e proprio capolavoro ingegneristico e le sue dimensioni sono davvero impressionanti: 36 metri di lunghezza, 16 di larghezza e 8 di altezza. Suddivisa in dieci navate con volte a botte, questa cisterna fu progettata per contenere fino a 4000 metri cubi d’acqua!

Altri paesi vicino Manciano

Uscendo dal territorio comunale di Manciano si possono raggiungere molto rapidamente diversi paesini dal grande fascino. Il più famoso è probabilmente Pitigliano, ma non sono certo da trascurare nemmeno Sorano, Scansano e Magliano. Andando verso la costa troviamo Capalbio e l’Argentario dove potrete godere di una mare cristallino e bellissime spiagge.

Eventi a Manciano

I principali eventi di Manciano sono il Manciano street music festival, il Palio delle Botti, la Festa delle Cantine e la Festa dell’olio. Il Manciano street music festival si svolge solitamente nel mese di giugno o in quello di luglio nell’arco di varie serate in cui si alternano diversi gruppi e cantautori. L’ultimo weekend di agosto è solitamente dedicato al Palio delle Botti, che vede sfidarsi i sestieri di Manciano in una gara che consiste nello spingere delle botti piene d’acqua lungo le vie del centro. La Festa delle Cantine a settembre e la Festa dell’olio a dicembre sono invece le occasioni giuste per provare i sapori del territorio.

Come arrivare a Manciano

Manciano si trova a 55 chilometri di distanza da Grosseto a cui è collegata regolarmente tramite autobus. Non ha una stazione ferroviaria: quella più vicina si trova ad Albinia.

Treno e autobus: in treno fino ad Albinia; da Albinia a Manciano autobus linea 41/P autolinee Tiemme

Bus: da Grosseto linea 8/G di Tiemme Grosseto.

In auto: da Firenze (200 km) raccordo autostradale Firenze-Siena, prendere la Tangenziale Ovest di Siena/SS674 e continuare su SS223 fino a prendere l’Aurelia SS1 in direzione Roma; infine SR74 fino a destinazione. Da Roma (150 km) Aurelia fino a Montalto di Castro, poi SP105 Strada Provinciale Campigliola e seguire per Manciano su Strada Provinciale Collacchia.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy