Val d'Elsa
Val d'Elsa

Cosa vedere a Colle di Val d’Elsa in un giorno

Cosa vedere a Colle di val d’Elsa

Colle di val d’Elsa è un pregevole borgo medievale situato lungo la strada tra Firenze e Siena. L’agglomerato urbano di Colle di Val d’Elsa un tempo era organizzato in tre nuclei: il Piano (oggi Colle Bassa), il Castello e il Borgo che oggi compongono Colle Alta.

Colle Bassa

La visita può iniziare da Piazza Arnolfo di Cambio, l’illustre architetto e scultore nato proprio a Colle val d’Elsa. La bella e ampia piazza, sede del mercato settimanale di Colle di Val d’Elsa, fu aperta nell’800 al centro dell’odierna Colle Bassa.

  • Museo del Cristallo
  • Chiesa di Sant’Agostino

Il Museo del Cristallo

Da Piazza Arnolfo di cambio si prende per via dei Fossi fino a raggiungere il Museo del Cristallo. Allestito negli spazi di una precedente fabbrica di vetri e cristalli, il museo ricostruisce la storia dell’industria vetraria di Colle di Val d’Elsa. Tale industria è particolarmente importante e sviluppata, basti pensare che qua si produce il 95% del cristallo italiano e quasi il 15% a livello globale.

Orari:
Ottobre-Aprile: martedì-domenica 10.00-13.30 e 14.00-17.00 (chiuso il Lunedì)

Biglietti: intero 4 euro; ridotto 2,50 euro

Sito ufficiale

Colle di val d'Elsa cosa vedere: museo del cristallo foresta di cristallo
Museo del cristallo – Foresta di cristallo (credit museodelcristallo.it)

Chiesa di Sant’Agostino

Continuando su via dei Fossi si arriva in Piazza Sant’Agostino dove si affaccia l’omonima Chiesa di Sant’Agostino. Interessante chiesa con facciata duecentesca incompiuta. L’interno, che fu trasformato nel XVI secolo secondo un progetto di Sangallo il Vecchio, ospita numerose opere del Cinquecento.

Colle di Val d'Elsa cosa vedere: Chiesa di Sant'Agostino
Chiesa di Sant’Agostino (Photo by LigaDue / CC BY)

Da Sant’Agostino si sale verso il Castello passando l’arco della Porta Guelfa, che un tempo faceva parte della cinta muraria del Piano.

Colle Alta

Il Castello e il Borgo (oggi Colle Alta) compongono il nucleo più interessante del borgo. Qui, immersi in un contesto che ha conservato i suoi tratti medievali, troviamo il Duomo, il Museo Archeologico intitolato a Ranuccio Bianchi Bandinelli e il Complesso museale di San Pietro.

  • Duomo di Colle di val d’Elsa
  • Complesso museale di San Pietro
  • Porta Nuova

Il Duomo

La Concattedrale dei Santi Alberto e Marziale, costruita agli inizi del XVII secolo al posto di una pieve romanica, presenta una facciata neoclassica opera di Agostino Fantastici (1814). L’interno, a tre navate, conserva un’interessante raccolta d’arte del Seicento.

Museo Archeologico

Intitolato al grande studioso Ranuccio Bianchi Bandinelli (se avete studiato arte e archeologia classica probabilmente vi siete imbattuti nei suoi manuali), il museo è ospitato all’interno del Palazzo Pretorio.
All’interno sono riuniti ed esposti reperti che provengono esclusivamente dal territorio della Val d’Elsa. Il percorso espositivo ricostruisce la storia di quest’area dall’Eneolitico al Medioevo.

Complesso museale di San Pietro

Il Museo San Pietro, ha la sua sede nel complesso del monastero omonimo. Il museo è nato dalla fusione del Museo Civico e Diocesano d’Arte sacra con la Collezione del Conservatorio di San Pietro, la Collezione Romano Bilenchi e la Collezione di Walter Fusi. Qui troviamo esposte opere provenienti dal territorio diocesano e dipinti toscani del XIX e XX secolo, tra  questi citiamo i lavori di Antonio Salvetti, Walter Fusi, Ottone RosaiMoses Levy e Mino Maccari.

cosa vedere a Colle di val d'Elsa Museo diocesano
Museo diocesano (credit collealtamusei.it)

Il Museo Archeologico “Ranuccio Bianchi Bandinelli” ed il Complesso di San Pietro costituiscono il sistema museale denominato Colle Alta Musei.

Orari:
Marzo-Ottobre: tutti i giorni 11.00-17.00
Novembre-25 Dicembre: sabato-domenica 15.00-17.00
26 Dicembre-6 Gennaio: tutti i giorni 11.00-17.00
9 Gennaio-Febbraio: chiuso
Biglietti: intero  6 euro; ridotto 4 euro; gratuito per bambini sotto i 6 anni, residenti e scuole del Comune di Colle di Val d’Elsa e portatori di handicap

I biglietti sono cumulativi con il Museo Archeologico e con audioguida inclusa.

Sito ufficiale di Colle Alta Musei.
Sito della Fondazione Musei Senesi.

Porta Nuova

Proseguendo fino al termine di via Gracco del Secco, poco oltre il Complesso di San Pietro, si raggiunge la maestosa Porta Nova. La Porta (XV secolo), realizzata a partire da un progetto attribuito a Giuliano da Sangallo, è munita all’esterno di due imponenti torrioni cilindrici.

Colle di Val d'Elsa Porta Nova
Porta Nova (Photo by LigaDue / CC BY)

Cosa vedere nei dintorni di Colle di Val d’Elsa

Colle è una perfetta base di partenza per visitare tutta la val d’Elsa e i suoi numerosi punti di interesse. Tra i posti più interessanti della zona non possiamo non citare San Gimignano, Monteriggioni, Certaldo, Radicondoli e Poggibonsi.

Come arrivare a Colle di Val d’Elsa

In auto: Colle di Val d’Elsa si trova a breve distanza dal raccordo autostradale Firenze-Siena. Venendo da Firenze (48 Km) si deve prendere l’uscita Colle Val d’Elsa Nord, da Siena (27 Km) l’uscita Sud.

In bus: la Linea 131 delle autolinee Tiemme collega Siena, Colle di Val d’Elsa e Firenze.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi Privacy Policy