Val di Chiana


Cosa vedere a Chianciano Terme

Chianciano Terme, una delle località termali più famose d’Italia

Chianciano Terme è una delle località termali più conosciute della Toscana e d’Italia. La città si trova in una bella posizione tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, in un contesto paesaggistico di primo piano e a pochi chilometri da molti altri centri di grande interesse. Chianciano è quindi in grado di offrire una vacanza all’insegna delle relax e, come vedremo, anche della cultura.

L’area di Chianciano è abitata fin dall’età del Bronzo e gli scavi archeologici eseguiti nei dintorni hanno riportato alla luce alcune necropoli di epoca etrusca, come quella di La Foce e quella situata nella zona Pedata-Morelli, che hanno restituito una grandissima quantità di materiali. Oltre alle necropoli, sono stati individuati anche dei santuari dedicati alle divinità delle acque ed una fattoria dove si producevano olio e vino. Agli etruschi seguirono i romani che realizzarono le terme di Mezzomiglio. I santuari prima e le terme poi dimostrano che le acque termali di Chianciano erano infatti ben note ed apprezzate sia dagli Etruschi che dai Romani.

Chianciano Terme
Chianciano Terme (Photo by LigaDue / CC BY)

Le terme di Chianciano

Centro termale rinomato fin dall’antichità e valorizzato già in epoca granducale, Chianciano Terme ha conosciuto un boom nella seconda metà del Novecento quando è diventata una delle località termali più importati d’Italia. Le numerose sorgenti termali dell’area hanno portato allo sviluppo di una città moderna nel corso degli ultimi 50 anni caratterizzata dalla presenza di svariate strutture ricettive e centri termali. Strutture attrezzate per il completo relax degli ospiti ed anche per chi vuole svolgere delle attività ricreative.

Le acque che hanno fatto la fortuna di Chianciano sono note per le loro proprietà curative. Alcune di queste acque sono impiegate nelle classiche piscine termali mentre altre sono destinate all’imbottigliamento oppure utilizzate nella preparazione di creme e cosmetici.

Parchi termali, terme sensoriali, cure idropiniche, piscine termali e chi più ne ha, più ne metta. A Chianciano troverete tutto quello che serve per la cura del corpo e il vostro relax!

Cosa vedere a Chianciano Terme

Abbiamo parlato della Chianciano “moderna” che sicuramente, con le sue spa e i suoi resort, è il motore principale del turismo locale, adesso però è arrivato il momento di parlare anche della città “vecchia” di Chianciano.

La città è documentata fin dall’antichità ed offre alcuni spunti anche per il turismo culturale.

Museo Archeologico di Chianciano Terme

Il Museo Archeologico di Chianciano Terme è uno tra i più importanti musei dedicati alla civiltà etrusca. Questo interessante museo espone numerosi reperti provenienti da vari siti archeologici della zona come le necropoli della Foce – Tolle. Gli straordinari reperti, esposti secondo criteri cronologici, sono valorizzati da un accurato corredo informativo e valorizzati attraverso un esposizione molto curata.

Il museo si trova in via Dante; per tutte le informazioni sugli orari e i biglietti vi rimando al sito ufficiale.

Chianciano Terme Museo Archeologico
Chianciano Terme Museo Archeologico (Photo by Edisonblus / CC BY)

Collegiata di San Giovanni Battista

La Collegiata di San Giovanni Battista fu costruita nella prima metà del XII secolo in forme romanico-gotiche anche se l’interno fu ristrutturato in stile neoclassico nel 1817. In facciata si può apprezza un bellissimo portale strombato con una decorazione a cordone e capitelli con motivi vegetali. All’interno troviamo un’urna etrusca, riutilizzata per conservare le ceneri del Beato Paolo Salimbeni, un affresco cinquecentesco raffigurante il Presepio, un Crocifisso trecentesco e una scultura lignea con il Cristo morto di Giuseppe Paleari.

Chianciano Terme - Collegiata di San Giovanni Battista
Collegiata di San Giovanni Battista (Photo by LigaDue / CC BY)

Museo della Collegiata

Allestito all’interno del Palazzo dell’Arcipretura, il Museo della Collegiata è piccola galleria di arte sacra (4 sale) che conserva una serie di opere datate tra il XIII e il XIX secolo. Il cuore della collezione è composto dai beni provenienti dall’ex Monastero di San Michele Arcangelo. Tra le più importanti ci sono un Crocifisso di Segna di Bonaventura, una Madonna lignea della scuola di Nicola Pisano e un polittico Madonna e Santi del Maestro di Chianciano.

Il museo si trova in via Solferino; per tutte le informazioni sugli orari e i biglietti vi rimando al sito ufficiale.

Chianciano Art Museum

In una sorta di tour cronologico tra i musei di Chianciano, arriviamo a parlare del Chianciano Art Museum. Questo museo espone una vastissima collezione composta da circa mille opere che vanno dal neolitico fino all’arte asiatica e arte contemporanea. Qui si trovano esposti i lavori di svariati artisti come Tom Nash, Francis Turner, Mario Schifano, Damien Hirst, Magritte, Guttuso, Munch, Durer e Rembrandt.

Il museo si trova in via della Libertà; per tutte le informazioni sugli orari e i biglietti vi rimando al sito ufficiale.

Cosa vedere nei dintorni di Chianciano Terme

Nelle immediate vicinanze di Chianciano Terme, vi segnalo il Giardino di Villa la Foce, un bellissimo giardino formale realizzato tra il tra il 1924 ed il 1939. La posizione a cavallo tra la Val d’Orcia e la Val di Chiana fa sì che Chianciano sia anche un’ottima base di partenza per raggiungere numerosi borghi come Pienza, Montepulciano, Chiusi e Sarteano.

Come arrivare a Chianciano Terme

Chianciano si trova a circa 80 km da Siena e 70 da Arezzo.

In auto: da Firenze, Arezzo e Siena: autostrada A1 fino all’uscita Chiusi/Chianciano e poi strada provinciale SP146
In treno e autobus: la stazione ferroviaria più vicina è quella di Chiusi Scalo. Da lì si può raggiungere Chianciano con la linea di autobus FT4 di Tiemme (Siena mobilità)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy