Firenze


Guida alla visita di Cerreto Guidi

Cerreto Guidi in provincia di Firenze

Cerreto Guidi è un comune della Provincia di Firenze che si trova nelle vicinanze di Empoli e Vinci. Il borgo sorge su una bassa collina, a poco meno di 40 chilometri di distanza da Firenze, in un’area caratterizzata dai tipici panorami toscani con dolci colline coltivate con olivi e viti. Il centro storico di Cerreto Guidi ha una forma sostanzialmente circolare (o ovale) che segue l’andamento della collina. Al centro del paese, in posizione rialzata, si trova il monumento simbolo di Cerreto, la Villa Medicea.

La zona in cui sorge Cerreto Guidi è stata abitata fin dall’epoca preistorica ma le prime notizie di questo borgo risalgono alla seconda metà dell’VIII secolo. In epoca medievale il centro faceva parte dei possedimenti della potente famiglia dei Conti Guidi che qui avevano un castello. Oggi, dove un tempo sorgeva quel castello, si trova la Villa Medicea che fu costruita nel XVI secolo.

Cosa vedere a Cerreto Guidi

Il centro storico di Cerreto Guidi è piccolo e può essere agilmente visitato in breve tempo. Il monumento più importante è senz’altro la maestosa Villa dei Medici però, come vedremo, ci sono anche altri punti di interesse che vale la pena visitare.

Santuario di Santa Liberata

Il Santuario di Santa Liberata si trova in Via Matteotti, subito fuori dal centro di Cerreto Guidi. Costruita nel Trecento, la chiesa è sempre stata legata al culto di Santa Liberata che nel corso dei secoli è cresciuto in maniera considerevole. L’edificio è stato ristrutturato e rimaneggiato in varie in occasioni: il porticato, la sagrestia ed il presbiterio furono rifatti nel Seicento, mentre le cappelle furono realizzate tra la fine del XVIII e il XIX secolo. All’interno ci sono alcuni affreschi, decorazioni pittoriche e tele realizzati tra il XIV ed il XIX secolo.

Santuario di Santa Liberata a Cerreto Guidi
Santuario di Santa Liberata (Photo by Sailko / CC BY)

Oratorio della Santissima Trinità

La pianta del centro storico di Cerreto Guidi è piuttosto semplice e lineare. In sostanza ci sono due strade concentriche, una più esterna che delimita l’abitato ed una più interna su cui si affacciano le abitazioni che sorgono ai piedi della Villa Medicea. Uno degli edifici che si trova lungo questa strada è l’Oratorio della Santissima Trinità. Costruito agli inizia del Seicento al posto di un precedente oratorio distrutto da una frana, l’edificio ha una facciata semplice e lineare. All’interno, l’oratori oospita un bel ciclo di pitture murali con Storie del Vecchio e Nuovo Testamento e Miracoli di santi di autore ignoto ed una tavola, Comunione di santa Liberata, attribuita al Passignano.

Pieve di San Leonardo

È arrivato finalmente il momento di raggiungere la vetta ma prima di arrivare al “piatto forte” della visita, vi consiglio di fare una sosta alla Pieve di San Leonardo. Situata proprio a fianco della villa, la chiesa è documentata fin dal X secolo anche se le forme attuali dell’edificio sono chiaramente più recenti (in parte dovute ai restauri ottocenteschi). All’interno si possono ammirare diverse opere d’arte di grande valore come il fonte battesimale realizzato da Giovanni della Robbia, il crocifisso ligneo del Giambologna e due Sacre Conversazioni realizzate da Ridolfo del Ghirlandaio e da Francesco di Cristofano detto il Franciabigio.

Villa Medicea

Magnifica ed imponente, la Villa Medicea di Cerreto Guidi domina sull’abitato dalla sommità del poggio. La villa fu costruita intorno alla metà del Cinquecento da Cosimo I che voleva realizzare una residenza di caccia. Nel 1671 la villà fu donata al cardinale Leopoldo de’ Medici che la trasformò in una residenza signorile. Con la fine della casata Medici la villa passò prima ai Lorena e poi ad altri proprietari fino a quando non fu donata allo Stato Italiano da Galliano Boldrini. Al momento della donazione, fu posta la condizione di realizzare una museo e così oggi all’interno della villa si trova il Museo storico della caccia e del territorio.

La villa è molto bella ed all’interno conserva vari affreschi neoclassici, eccellenti arredi storici, numerose collezioni antiquarie con pezzi di epoca romana e medievale e opere d’arte che vanno dal Medioevo al Settecento. Inaugurato nel 2002, il museo è dedicato alle armi, soprattutto da caccia, ed è formato da collezioni private, armi dismesse dalle forze dell’ordine e varie donazioni. Tra i pezzi più pregiati ci sono alcune armi appartenute al Granduca Pietro Leopoldo e a Ferdinando III di Toscana.

Villa medicea di Cerreto Guidi
Villa Medicea di Cerreto Guidi (Photo by Sailko / CC BY)

Cosa vedere nei dintorni di Cerreto Guidi

Nel territorio comunale di Cerreto Guidi si trova un’altra residenza legata alla famiglia Medici ovver la Fattoria Medicea di Stabbia che però è di proprietà privata e non visitabile. Non distante da Cerreto merita assolutamente una visita Vinci con tutto il suo bagaglio di visite legate alla storia e alla vita di Leonardo. Per quanto riguarda gli altri centri della zona, vi consiglio di leggere le guide su Empoli e San Miniato.

Feste e Eventi a Cerreto Guidi

Il borgo di Cerreto Guidi è molto carino da visitare in ogni periodo dell’anno però ci sono delle ricorrenze che rendono la visita ancora più piacevole. Una delle tradizioni più sentite è quella dei Presepi che vengono esposti in occasione della Via dei Presepi nel corso del mese di dicembre. Il centro si riempie di piccoli e grandi presepi che vengono esposti in vari spazi. Tra i più peculiari c’è il Presepe all’Uncinetto che è davvero unico nel suo genere.

Poteva mancare una rievocazione storica? Certo che no. Anche Cerreto Guidi ha la sua e si chiama Palio del Cerro. Il palio si svolte in estate e consiste in un corteo storico con figuranti in costumi d’epoca ed una serie di cinque giochi di abilità: il tiro con la balestra, il lancio degli anelli, la corsa nella bigoncia, il tiro della fune e la corsa sui troppoli.

Concludiamo con un bicchiere (o forse due…) di buon vino che è un prodotto tipico della zona ed ogni anno (in estate) ha una manifestazione dedicata. Medicea Wine Festival è una manifestazione organizzata da Comune e Pro Loco al fine di valorizzare il patrimonio enologico di Cerreto Guidi.

Come arrivare a Cerreto Guidi

Mezzi pubblici: Cerreto Guidi si trova a circa 40 chilometri da Firenze e 8 chilometri da Empoli. Il borgo non ha una sua stazione ferroviaria. Quella più vicina si trova ad Empoli e proprio davanti alla stazione ci sono le fermate degli autobus che collegano la città a Cerreto Guidi. La stazione di Empoli è ben collegata sia con Firenze che con Pisa anche per mezzo di treni regionali veloci (da Firenze a Empoli ci vogliono davvero pochi minuti).

In auto: per raggiungere Cerreto Guidi in macchina dovrete fare la Fi-Pi-Li fino all’uscita per Empoli e poi seguire le indicazioni stradali per Cerreto Guidi e Vinci.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy