Casentino
Casentino

Casentino

Il Casentino, una terra selvaggia e spirituale

Circondata da montagne ed immersa nel verde dei boschi, la valle del Casentino si trova nella parte orientale della Toscana, ad est di Firenze ed a nord di Arezzo. La valle si sviluppa stretta tra i rilievi del Pratomagno e gli Appennini che segnano il confine con l’Emilia Romagna. Al centro scorre il fiume Arno che nasce sul Monte Falterona che si trova poco più a nord.

Il Casentino è apprezzato per il suo straordinario patrimonio naturalistico, le sue foreste sono sicuramente tra le più importanti di tutta la Toscana. I grandi boschi di castagni, faggi, querce ed abeti che costituiscono la foresta casentinese sono infatti oggi tutelati attraverso il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Con le sue foreste il Casentino è la meta ideale per gli amanti della natura e gli appassionati di escursioni e trekking, ma la valle ha anche tanto altro da offrire: qui si trovano alcuni dei luoghi della fede più importanti di tutta la regione come l’Eremo di Camaldoli, la casa madre dell’ordine dei camaldolesi, il Santuario della Verna, dove San Francesco ricevette le stimmate e la bellissima Pieve di Romena, un magnifico esempio di architettura romanica.

Il Medioevo qui ha lasciato tracce davvero indelebili. Lungamente dominato dai conti Guidi, il Casentino è pieno di castelli medievali tra cui quelli di Romena, Porciano e Poppi, che può facilmente essere definito come uno dei più belli ed importanti di tutta la Toscana. Anche nei suoi borghi si può cogliere il fascino del passato. I principali sono Bibbiena, Poppi, Stia, Pratovecchio, Ortignano e Raggiolo, senza dimenticare anche Cetica, Castel San Niccolò e Strada in Casentino.

La storia del Casentino però non è iniziata con il Medioevo. Gli scavi archeologici realizzati presso il Lago degli Idoli hanno restituito una delle più cospicue testimonianze sulla cultura e la spiritualità del mondo etrusco.

Il Casentino è anche una terra dalla grande cultura culinaria, fortemente legata ai prodotti locali ed alla tradizione contadina; a tal proposito vi segnalo anche l’interessante EcoMuseo della Castagna che si trova a Raggiolo. L’artigianato è un altro fiore all’occhiello del Casentino. Tra le tante lavorazioni locali spicca quella del panno casentino, un tradizionale tessuto di lana, tipicamente arancione o verde, utilizzato per realizzare cappotti invernali.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy