Costa degli Etruschi
Costa degli Etruschi

Cosa vedere a Campiglia Marittima

Campiglia Marittima, tra miniere e fortezze

Campiglia Marittima è un grazioso borgo della Costa degli Etruschi in provincia di Livorno, situato a circa 8 chilometri dal mare. L’abitato si trova in bella posizione collinare da cui può controllare il territorio circostante e godere di ottime vedute panoramiche.

L’area in cui sorge Campiglia Marittima fu abitata fin dal tempo degli Etruschi; questi furono primi a dedicarsi all’estrazione delle risorse minerarie della zona, come il rame, il ferro ed il piombo. Queste attività estrattive proseguirono durante il Medioevo ed in epoca Granducale, mentre in tempi recenti le attività si sono concentrate maggiormente sulle cave di calcare. A tal proposito, merita una visita il Parco archeominerario di San Silvestro, che si trova nelle immediate vicinanze del paese.

Il toponimo Campillia è documentato per la prima volta nel 1004, mentre la specificazione Marittima fu aggiunta soltanto nel 1862.

In epoca medievale, il borgo si è sviluppato in relazione al suo castello che in origine fu dei conti della Gherardesca, per poi passare sotto il controllo di Pisa fino al 1406, quando quest’ultima si arrese a Firenze che per un certo periodo fece della Rocca di Campiglia un suo importante avamposto militare.

Cosa vedere a Campiglia Marittima

Campiglia Marittima è un borgo davvero gradevole che ha ben conservato il suo impianto urbano fatto di stradine tortuose ed irregolari che salgono e scendono lungo la collina. Ideale sia per una visita mirata che come base per esplorare il bellissimo territorio circostante, Campiglia presenta diversi punti di interesse, vediamo insieme quali sono:

  • Porte e cinta muraria di Campiglia
  • Museo d’Arte Sacra
  • Propositura di San Lorenzo
  • Palazzo Pretorio
  • Rocca di Campiglia

Porte di Campiglia Marittima

Come dicevamo, Campiglia Marittima ha avuto anche una funzione militare e non è un caso quindi se ancora oggi si possono ammirare ampi tratti delle sue mura difensive. L’accesso al borgo, ancora oggi, è garantito da alcune storiche porte: la principale è la cosiddetta Porta a Mare (o Porta a Ribellino) che si trova lungo il lato sud insieme alla Porta a Mezzogiorno. Sul lato nord, invece, ci sono la Porta Pisana e la Porta Fiorentina; quest’ultima è caratterizzata dalla presenza di quattro stemmi: quello della famiglia Della Gherardesca, la croce di Pisa, il giglio di Firenze ed il cane rampante di Campiglia.

Porta Fiorentina a Campiglia Marittima
Porta Fiorentina (Photo by Matteo Vinattieri / CC BY)

Museo d’Arte Sacra

Inaugurato nel 2003, il Museo d’Arte Sacra di Campiglia Marittima si trova a due passi dalla Porta a Mare, in uno spazio situato al di sotto della chiesa di San Lorenzo, che fu riportato alla luce grazie agli scavi archeologici del 1991. Il museo raccoglie oggetti liturgici e devozionali di proprietà dell’antica Propositura di Campiglia Marittima datati tra il XVI ed il XIX secolo; qui troviamo esposti argenti, statue, dipinti, paramenti, reliquiari e reperti lapidei. Sono di particolare interesse una colonna ofitica del XIII secolo, un cristo in bronzo forse opere di Antonio Susini, allievo del Giambologna, ed il dipinto Ecce Homo (1652) di Alessandro Frigoni.

Indirizzo: via della Libertà 15

Orari: estate lunedì-venerdì 18-20; sabato-domenica 21-23

Biglietto: gratuito

Propositura di San Lorenzo

Poco dopo aver varcato la Porta a Mare, si raggiunge la Propositura di San Lorenzo. Documenta già in epoca medievale, la chiesa ha subito nei secoli svariati rimaneggiamenti; al suo interno sono conservate alcune opere di valore come Madonna col Bambino attribuita al Maestro di San Torpè, il gruppo ligneo dell’Annunciazione e Santi Lorenzo e Antonio che adorano la Vergine opera di Jacopo Vignali.

Dal transetto sinistro della chiesa, si accede al settecentesco oratorio della Misericordia dove si possono ammirare alcuni dipinti Storie della Passione di Cristo, ed altre opere tra cui un crocifisso ligneo di fine XVII secolo.

Campiglia Marittima cosa vedere: Propositura di San Lorenzo
Propositura di San Lorenzo (Photo by Sailko / CC BY)

Palazzo Pretorio

Non distante dalla chiesa, poco oltre piazza della Repubblica, troviamo il Palazzo Pretorio. Lo potrete facilmente riconoscere grazie ai numerosi stemmi in facciata. Costruito nel Duecento e successivamente ampliato, oggi il Palazzo Pretorio ospita l’Archivio Storico del Comune di Campiglia, la mostra permanente dedicata al pittore e xilografo Carlo Guarnieri, nativo proprio di Campiglia, ed il Museo del Minerale.

Palazzo Pretorio di Campiglia Marittima
Palazzo Pretorio di Campiglia Marittima

Rocca di Campiglia

Costruita a partire dall’XI secolo, la Rocca di Campiglia domina il borgo dal punto più alto del colle. Ampliata più volte nel corso dei secoli, la rocca occupa un’area semicircolare e comprende alcune strutture tra cui il cassero, la cisterna, parte di un’imponente muro merlato ed un acquedotto novecentesco.

Nel 2008, a seguito degli scavi archeologici condotti dall’Università di Siena, è stato qui inaugurato il Museo della Rocca. Il museo, che espone i reperti rinvenuti in fase di scavo, si occupa di ricostruire le varie fasi storiche di questa fortezza avvalendosi anche di interessanti pannelli didattici.

Orari: tutti i giorni dalla mattina al tramonto

Biglietto: gratuito

Rocca di Campiglia Marittima
Rocca di Campiglia Marittima (Photo by LepoRello / CC BY)

Cosa vedere nelle vicinanze di Campiglia Marittima

  • Pieve di San Giovanni
  • Parco Archeominerario e Rocca di San Silvestro
  • Terme di Venturina

Pieve di San Giovanni

Subito fuori dal centro abitato di Campiglia, in direzione sud, si trova la bellissima pieve di San Giovanni. Tipico esempio di architettura romanica pisana, questa pieve ha alcuni elementi di grande interesse come l’architrave del portale laterale, dove troviamo una scena di caccia al cinghiale che simboleggia la vittoria di Cristo sul demonio.

Architrave del portale laterale della Pieve di San Giovanni a Campiglia Marittima
Pieve di San Giovanni (Photo by LepoRello / CC BY)

Parco Archeominerario e Rocca di San Silvestro

Se passate da queste parti non potete assolutamente perdervi il Parco Archeominerario e la Rocca di San Silvestro: si tratta di un’area di grande impatto paesaggistico dove si possono visitare i resti dell’antico castello di San Silvestro ed anche una miniera.

Rocca San Silvestro vicino a Campiglia Marittima
Rocca San Silvestro (Photo by LepoRello / CC BY)

Venturina Terme

Toscana terra di castelli, pievi e… terme! Venturina Terme è una frazione di Campiglia Marittima che ha alle spalle una lunghissima tradizione termale essendo nota per le sue acque fin dal tempo degli Etruschi. Qui una sorgente di acqua a 36° sgorga con una portata di 12.000 litri al minuto alimentando una grande piscina termale.

Tra i tanti posti bellissimi che ci sono in questa zona, vi suggeriamo certamente di visitare anche Suvereto, Piombino, Populonia, Sassetta, Bolgheri e Castagneto Carducci.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy