Crete Senesi


Buonconvento cosa vedere: guida alla visita

Buonconvento, una chicca racchiusa tra mura di mattoni

Il comune di Buonconvento si trova ad una trentina di chilometri a sud di Siena nelle vicinanze della confluenza tra i fiumi Arbia e Ombrone. Il nome del borgo deriva dal latino “Bonus Conventus” che significa luogo felice, fortunato ed in effetti questo è davvero un luogo felice e sicuramente uno dei posti più belli da visitare nella provincia di Siena.

Il paese si sviluppò nel corso del XII secolo in relazione al tracciato della via Francigena. La sua posizione strategica e la sua funzione di mercato lo resero un centro particolarmente importante per Siena. La storia di Buonconvento è legata ad una vicenda in particolare: secondo alcune fonti, il 24 agosto del 1313 l’imperatore Enrico VII di Lussemburgo si trovava a Buonconvento, dove morì a causa di una avvelenamento. Non si sa con precisione quanto ci sia di vero in questa storia, però pare che molti dettagli di questa storia non si discostino molto dalla realtà.

Buonconvento Mura
Buonconvento

Cosa vedere a Buonconvento, guida alla visita

Oggi Buonconvento è una località turistica molto apprezzata che può vantarsi di far parte dei Borghi più belli d’Italia. Passeggiando per le sue strade vi immergerete in un’atmosfera rilassante, in un vero e proprio tuffo nel Medioevo. Qui il mattone rosso è ovunque, nella solida cinta muraria, nelle chiese, nei palazzi, nelle torri. Il centro storico di Buonconvento è una vera e propria opera d’arte e come tale viene preservato con grande cura. Sempre più persone stanno iniziando ad apprezzare questa zona della campagna senese e come forse avrete saputo, nel maggio del 2017, anche l’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha scelto di passare le sue vacanze da queste parti; vediamo insieme perché.

Buonconvento cosa vedere: Palazzo Podestarile e torre dell'orologio
Palazzo Podestarile di Buonconvento

Porta Senese e mura di Buonconvento

Il nucleo del paese si presenta come un quadrilatero protetto da una cerchia muraria in mattoni con coronamento ad archetti. Le mura furono costruite dai senesi a partire dagli anni ’70 del Trecento per poi essere completate nel corso del secolo successivo. Le mura erano provviste di due porte principali: Porta Senese a nord e porta Romana a sud. Purtroppo delle due porte si è conservata solo la prima dato che porta Romana fu distrutta dai tedeschi nel 1944.

Buonconvento cosa vedere: la Porta Senese
Porta Senese

Via Soccini

Racchiuso entro le sue mura medievali, il centro storico di Buonconvento ha una forma molto simile ad un rettangolo al centro del quale corre la via principale: Via Soccini. Questa strada è il cuore pulsante della città, qui si trovano bar, ristoranti, negozi e la maggior parte dei principali punti di interesse e degli edifici più importanti da visitare a Buonconvento. Tra i vari edifici storici che si affacciano sulla via, troviamo il Palazzo Podestarile con la torre dell’orologio, il Palazzo Comunale e la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo.

Buonconvento via Soccini
Via Soccini a Buonconvento

Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

La Chiesa dei Santi Pietro e Paolo è il principale luogo di culto di Buonconvento. Fondata nel XIV secolo, la chiesa è stata rifatta in forme barocche tra il 1702 ed il 1705. La facciata è in mattoni rossi con alcuni elementi architettonici decorativi in travertino bianco. L’interno, a tre navate, conserva un polittico di Pietro Orioli raffigurante Madonna col Bambino e santi, una Madonna col Bambino in trono e angeli di Mattero di Giovanni ed un affresco, Incoronazione della Vergine, di inizio Quattrocento. Altre opere provenienti dalla chiesa, sono oggi esposte presso il museo di arte sacra.

Buonconvento cosa vedere: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo Facciata
Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (Photo by LigaDue / CC BY)

Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia

Il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia ha sede nel palazzo Ricci Socini che si trova di fronte alla Chiesa dei Santi Pietro e Paolo. Questo museo raccoglie varie opere d’arte di grandissimo valore, provenienti dalle chiese del territorio circostante. Tra le opere esposte, che spaziano in un arco temporale che va dal XIII al XIX secolo, troviamo dipinti, sculture ed oreficerie che offrono un ampio spaccato della produzione artistica della zona e più in generale dell’area senese. Tra le opere più importanti si possono citare una Madonna col Bambino di Duccio di Buoninsegna, un’Annunciazione di Andrea di Bartolo, alcune opere di Sano di Pietro come l’Incoronazione della Vergine, una Madonna col Bambino di Pietro Lorenzetti ed un Ecce homo di Rutilio Manetti.

Trovate tutte le informazioni sugli orari di apertura e i biglietti sul sito ufficiale del museo.

Duccio di Buoninsegna - Madonna col Bambino
Duccio di Buoninsegna – Madonna col Bambino

Museo etnografico della mezzadria

Inaugurato nel settembre del 2002, il Museo etnografico della mezzadria è un interessante museo incentrato sul mondo contadino ed in particolare sulla mezzadria che ha caratterizzato la campagna toscana, dal Duecento fino alla secondo metà del Novecento. Il percorso museale si sviluppa all’interno di quella che un tempo era una fattoria, di cui ancora oggi si possono apprezzare la principali strutture e le caratteristiche architettoniche. I temi trattati sono numerosi: si va dal paesaggio, con particolare riferimento a quello senese, alla fattoria, la famiglia contadina, la vita mezzadrile, fino alle lotte contadine e all’esodo dalle campagne con la fine del sistema della mezzadria; una panoramica molto ampia e completa sul mondo e la vita tradizionale nelle campagne.

Per ulteriori informazioni, vi rimando al sito web del museo.

Dove mangiare a Buonconvento

Sulla via principale, vi consiglio il ristorante Da Mario, dove potrete provare la cucina locale. Personalmente vi consiglio di prendere i tipici pici senesi che io ho provato nella variante con salsiccia e funghi… veramente squisiti!

Cosa vedere nei dintorni di Buonconvento

La zona intorno a Buonconvento oltre ad essere molto bella da un punto di vista paesaggistico, si fa apprezzare anche per numerosi punti di interesse che vi sono disseminati. Ci sono alcuni castelli come quelli di Bibbiano, Castelrosi e Castelnuovo Tancredi (usato come hotel), Villa La Rondinella, da molti considerato il miglior esempio di architettura liberty nel panorama dell’architettura senese, oltre ad alcune chiese sparse nei dintorni come la Pieve di Sant’Innocenza a Piana.

Da Buonconvento si possono raggiungere rapidamente tutti i principali paesi delle Crete Senesi come Asciano (18 km) e Trequanda (29 km), la meravigliosa Abbazia di Monte Oliveto Maggiore (9 km) e la località termale di Rapolano Terme (26 km).

Come arrivare a Buonconvento

In treno: Buonconvento ha una sua stazione ferroviaria, servita quotidianamente da treni regionali che la collegano direttamente con Siena.

In auto: da Siena (25 km) si deve prendere la Strada Regionale 2 Cassia.
Chi viene da Nord con l’A1, deve prendere l’uscita Firenze Impruneta e imboccare il raccordo autostradale Firenze-Siena fino a Siena, da lì SR2 fino a destinazione.
Chi arriva da Sud deve prendere l’uscita Chiusi Chianciano dell’A1 e seguire le indicazioni per Chianciano e San Quirico d’Orcia. Da lì SR2 fino a Buonconvento.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy