Lucca
Lucca

I borghi più belli da visitare in provincia di Lucca

I principali borghi da visitare in provincia di Lucca

Tutti conoscono la bellissima Lucca con le sue mura imponenti, le chiese medievali, la torre Guinigi ed il Lucca Comics e Games, ma quanti conoscono le bellezze della sua provincia? Intorno a Lucca troviamo un territorio ricco e variegato che si estende dal mare della Versilia, rinomata meta di vacanze all’insegna della movida, fino alla media valle del Serchio ed alla Garfagnana, dove possiamo ammirare una natura splendida e selvaggia, che incornicia alla perfezione alcuni tra i borghi più belli di tutta la Toscana.

Pietrasanta, lo storico capoluogo della Versilia

Storica tappa della via Francigena, Pietrasanta è un centro vivace ricco di storia e arte. Il clou della visita alla città è senz’altro il bianco Duomo intitolato a San Martino. Bianco perché interamente ricoperto con il marmo proveniente dalle Alpi Apuane, e non potrebbe essere diversamente se consideriamo la vicinanza tra Pietrasanta e le cave da cui proviene il famoso marmo conosciuto come marmo di Carrara. Oltre al Duomo a Pietrasanta ci sono da visitare anche un museo archeologico e il particolarissimo Museo dei Bozzetti, dove troviamo esposti i modelli o meglio i bozzetti preparatori che vengono realizzati dagli artisti quando progettano le loro opere.

Il Duomo di Pietrasanta
Duomo di Pietrasanta (Photo by Unukorno / CC BY)

Camaiore, tra mare e monti

Camaiore si trova in una posizione strategica a metà tra la costa della Versilia e le montagne della Alpi Apuane. Se state programmando una vacanza all’insegna della natura e del mare, questo borgo è proprio quello che fa al caso vostro. Il mare si trova a pochi minuti di auto mentre nell’entroterra troverete ad aspettarvi gli scenari delle Apuane ed una serie di percorsi escursionistici all’insegna del connubio tra natura ed archeologia: nella zona si possono infatti visitare alcuni siti come quello della Grotta all’Onda che furono abitati dall’uomo di Neanderthal 40.000 anni fa. Tra le cose principali da vedere nel borgo, vi raccomando una visita alla Collegiata di Santa Maria Assunta ed al Museo Archeologico.

Alpi Apuane
Lo spettacolo delle Alpi Apuane (Photo by Ravera Cristoforo / CC BY)

Borgo a Mozzano e il Ponte del Diavolo

È arrivato il momento di inoltrarci nella Media Valle del Serchio per raggiungere Borgo a Mozzano. Questo grazioso borgo della provincia di Lucca è famoso soprattutto per lo straordinario Ponte della Maddalena, meglio noto come Ponte del Diavolo.

Il nome “Ponte del Diavolo” è legato ad una leggenda popolare che attribuisce a Satana la costruzione di questa opera straordinaria. Secondo la tradizione, il capo cantiere, non riuscendo a completare in tempo l’opera, si rivolse al Diavolo per ottenere un aiuto; Satana si offrì di completare il ponte in cambio della prima anima che avrebbe attraversato il ponte: il classico patto col Diavolo! Una volta completata l’opera il capo mastro, d’accordo con il parroco locale, organizzò una vera e propria truffa ai danni di Satana facendo attraversare il ponte ad un cane… Pare che nelle ultime sere di ottobre si possa incontrare un cane che passeggia sul ponte: si tratterebbe del diavolo che è ancora alla ricerca dell’anima del capo cantiere.

Borgo a Mozzano è famosa anche per la grande festa di Halloween che si svolge per le strade del borgo. Personalmente ci sono stato qualche anno fa e mi sono stupito di quanta gente c’era. Tra l’altro qui ho assistito ad una delle scene più surreali di tutta la mia vita: ad una certo punto infatti comparve il “Divino Otelma” portato in processione mentre benediva i presenti… robe da pazzi!

Ponte del Diavolo a Borgo a Mozzano
Ponte del Diavolo a Borgo a Mozzano

Coreglia Antelminelli e il Museo delle Figurine di Gesso

Con il suo grande patrimonio naturalistico, gastronomico ed artistico, Coreglia Antelminelli è riuscita a conquistare un posto nella guida “I Borghi più belli d’Italia”. Ottima base di partenza per escursioni in montagna, Coreglia Antelminelli è famosa per il Museo delle Figurine di Gesso che si trova a Palazzo Vanni. Qui troviamo esposte numerose opere in gesso che testimoniano un’attività, quella dei cosiddetti “figurinai”, molto intensa tra il XVII ed il XIX secolo. Tra le varie opere, si possono ammirare dei gatti del XVIII secolo, stampi di vari personaggi storici ed una serie di statue realizzate per il presepe. Nel museo troviamo infine un’importante raccolta di documenti relativi all’emigrazione che ha interessato queste zone tra la fine dell’Ottocento ed i primi anni del Novecento.

Barga, dal medioevo a Giovanni Pascoli

Così come Coreglia Antelminelli, anche Barga è considerato uno dei borghi più belli d’Italia. Con la sua fitta trama di stradine che solo di tanto in tanto viene interrotto da ampie piazze ricche di palazzi medievali e rinascimentali, Barga ha tutte le caratteristiche tipiche dei borghi storici toscani. Il monumento più importante di questo centro è sicuramente lo straordinario Duomo di San Cristoforo. Costruito in bellissima posizione panoramica nella parte alta del centro storico, il Duomo di Barga conserva diversi elementi architettonici di assoluto interesse come il bellissimo pulpito, risalente al XII secolo, che fu probabilmente realizzato dai maestri comacini. Il centro di Barga conserva moltissimi altri monumenti di pregio come il Teatro dell’Accademia dei Differenti o il Palazzo Balduini. Non distante da Barga infine, nella frazione di Castelvecchio Pascoli, troviamo la Casa Museo Giovanni Pascoli, una villa che si presenta così com’era quando ci abitava il Pascoli, con lo studio in cui il grande poeta produsse molti dei suoi scritti.

Barga cosa vedere - Duomo di Barga
Duomo di Barga (Photo by Davide Papalini / CC BY)

Castiglione di Garfagnana e la sua Rocca

La bella posizione panoramica, le mura medievali, le torri e i monumenti conferiscono a Castiglione di Garfagnana un fascino speciale. Qui si respira un’atmosfera unica, un vero e proprio tuffo nel passato, nel Medioevo, che sembra di poter rivivere all’ombra delle mura della Rocca o dei torrioni che proteggono il centro abitato. Oltre alla Rocca, molto ben conservata, qui ci sono da visitare alcune chiese come quella intitolata a San Michele o quella di San Pietro, un piccolo ma interessante museo d’arte sacra e l’affascinante ponte medievale dei Molini con la sua caratteristica forma a schiena d’asino.

CAstiglione di Garfagnana cosa vedere: Ponte Medievale dei Molini
Ponte Medievale dei Molini (Photo by LigaDue / CC BY)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy