Val d'Orcia


Le terme di Bagno Vignoni in val d’Orcia

Bagno Vignoni e la sua spettacolare piazza d’acqua

Il piccolo e suggestivo borgo medievale di Bagno Vignoni è una vera chicca. Bagno Vignoni si trova nel cuore del Parco della Val d’Orcia, patrimonio UNESCO, all’interno del territorio comunale di San Quirico d’Orcia. Questo paesino è tra le mete più conosciute ed apprezzate di tutta la zona sia per la bellezza del posto che per la presenza delle terme. La Toscana è una regione ricca di località termale ed in quest’area ce ne sono diverse però Bagno Vignoni ha una storicità e delle caratteristiche che la rendono davvero unica.

Conosciuto fin da epoche remote, il centro è stato frequentato sia dagli Etruschi che dai Romani. I popoli dell’antichità conoscevano bene ed apprezzavano le proprietà benefiche delle acque termali di Bagno Vignoni. L’estrema vicinanza al tracciato della Via Francigena ha poi contribuito al successo di questa località anche in epoca medievale. Nel Medioevo si sviluppò una vera e propria stazione termale che fu sotto il controllo prima dei Salimbeni, poi degli Sforza e dei Chigi. Nel corso dei secoli questo è diventato il centro termale più famoso della Val d’Orcia.

La fama di Bagno Vignoni è testimoniata dalla frequentazione di alcuni tra i personaggi illustri della storia della Toscana. Tra questi ci sono Papa Pio II, nativo della vicina Pienza che all’epoca era chiamata Corsignano, Lorenzo de’ Medici, il Magnifico, che era solito ritirarsi alle terme di Bagno Vignoni per curarsi e studiare e Santa Caterina da Siena che spesso si recava a Bagno Vignoni per pregare in solitaria.

E oggi? Oggi Bagno Vignoni è ancora una meta molto conosciuta ed apprezzata dai viaggiatori di tutto il mondo; ma non solo, Bagno Vignoni è stata scelta anche come location per alcuni film. Qui sono state girate alcune scene di Nostalghia del regista Andrej Arsen’evič Tarkovskij, vincitore del Grand Prix du cinéma de création al festival di Cannes, Al lupo al lupo di Carlo Verdone, e La scuola più bella del mondo di Luca Miniero con Christian De Sica e Rocco Papaleo.

Cosa vedere a Bagno Vignoni

Cullato dalle verdi colline della Val d’Orcia, il borgo è tutto raccolto intorno alla celebre Piazza delle sorgenti dove sgorga l’acqua termale. Una vera e propria oasi di relax immersa nella bellezza senza tempo della campagna toscana.

Piazza delle sorgenti

La bellissima Piazza delle sorgenti è ciò che rende Bagno Vignoni un posto unico. Si tratta di una grande vasca lunga 49 metri e larga 29, che fu costruita proprio sopra la fonte di acqua termale. Questo è il cuore del centro termale anche se oggi non è possibile fare il bagno direttamente dentro la piazza. L’acqua qui sgorga ad una temperatura particolarmente alta, intorno ai 50 gradi, creando un’atmosfera magica soprattutto di notte e d’inverno quando il vapore sale avvolgendo la piscina e gli edifici circostanti.

Santa Caterina da Siena è stata una delle grandi personalità che hanno frequentato le terme di Bagno Vignoni. Il legame tra la santa senese e la piccola località della Val d’Orcia fu molto forte ed infatti a Caterina sono stati dedicati un loggiato che si affaccia direttamente sulla piscina termale, il loggiato di Santa Caterina, ed una cappella.

Bagno Vignoni cosa vedere: Piazza delle Sorgenti a Bagno Vignoni
Piazza delle Sorgenti a Bagno Vignoni (Photo by Lepo55 / CC BY)

Chiesa di San Giovanni Battista

Anche la Chiesa di San Giovanni Battista si affaccia sulla Piazza delle sorgenti. La chiesa, un tempo elevata al rango di pieve, ha una facciata molto semplice ed un piccolo campanile a vela. All’interno sono conservati un dipinto ed un affresco. Il dipinto, scuola senese del XVIII secolo, ritrae Santa Caterina da Siena con Bagno Vignoni sullo sfondo. L’affresco, proveniente dalla cappella di Santa Caterina, raffigura la resurrezione di Cristo.

Parco dei Mulini

In epoca medievale, le acque della sorgente termale erano utilizzate anche per alimentare dei mulini che, grazie all’afflusso costante garantito dalla sorgente, restavano attivi per tutto l’anno. In quest’area, dove l’acqua arriva attraverso una cascata, è stato istituito nel 1997 il Parco naturale dei Mulini. Dalla Piazza delle Sorgenti, l’acqua viene incanalata in piccoli corsi che scendono dalla collina fino all’area dei mulini e raggiungono un’altra vasca rettangolare che è situata più in basso. Spesso questi piccoli canali sono utilizzati per immergere i piedi, mentre nella vasca che c’è più in basso è possibile fare il bagno gratuitamente. Oltre alle terme libere a Bagno Vignoni ci sono anche degli stabilimenti termali a pagamento che si trovano nelle immediate vicinanze del centro.

Bagno Vignoni Parco dei Mulini
Parco dei Mulini (Photo by LigaDue / CC BY)

Cosa vedere nei dintorni di Bagno Vignoni

Bagno Vignoni si trova nel comune di San Quirico d’Orcia, un bellissimo borgo medievale che non dovrebbe mai mancare in nessun tour della Val d’Orcia. La cittadina ha molto da offrire ai visitatori e nelle vicinanze ci sono alcuni dei punti panoramici più famosi di tutta la zona.

A breve distanza da Bagno Vignoni, troviamo le località di Castiglione d’Orcia e Rocca d’Orcia, situate a 5 chilometri a sud. Tra le altre mete della valle vi consiglio assolutamente di visitare la “città ideale” del rinascimento Pienza, la patria del rinomatissimo vino brunello Montalcino e la bellissima Abbazia di Sant’Antimo dove potrete assistere anche ai Canti Gregoriani.

Altre terme in Val d’Orcia

Per rimanere in tema di terme, a circa 17 chilometri, lungo la strada verso Radicofani, ci sono anche le bellissime terme naturali di Bagni San Filippo. Le acque termali di Bagni San Filippo sono famose per aver generato delle straordinarie formazioni calcaree come la cosiddetta “Balena Bianca”.

Come arrivare a Bagno Vignoni

Bagno Vignoni si trova ad una distanza di 6 chilometri da San Quirico d’Orcia e 50 chilometri da Siena. Non è affatto comodo raggiungere il borgo con i mezzi pubblici, pertanto dovrete prendere la macchina.

Da Siena ci vuole circa un’ora e la strada da fare per raggiungere Bagno Vignoni è la Via Cassia SR2 in direzione sud. Lungo la strada passerete da San Quirico e poi dopo pochi minuti sarete a destinazione.

Da Firenze ci vogliono poco meno di due ore: raccordo Firenze-Siena fino a Siena e poi Via Cassia fino a destinazione.

Da Roma dovrete fare l’autostrada A1 fino all’uscita di Chianciano e poi seguire in direzione Cassia e Bagno Vignoni.

Con i mezzi pubblici dovrete prendere un treno fino a Buonconvento, poi due autobus: uno per San Quirico d’Orcia e uno fino a Bagno Vignoni.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy