Lucca
Lucca

Cosa vedere ad Altopascio in provincia di Lucca

Altopascio e i cavalieri del Tau

Con i suoi 15.000 abitanti, Altopascio è uno dei centri principali della provincia di Lucca. Abitato già in epoca romana, il centro raggiunse il suo massimo splendore durante il Medioevo quando, a partire dall’XI secolo, si sviluppò intorno ad un ospedale retto da un ordine di frati ospedalieri conosciuti come Cavalieri del Tau (o Cavalieri di Altopascio).

Lo Spedale di Altopascio acquisì rapidamente una grande importanza grazie alla sua posizione lungo la via Francigena, una delle rotte principali seguite dai pellegrini in viaggio verso Roma. Insieme all’ospedale, anche l’ordine dei Cavalieri del Tau diventò sempre più importante al punto da diffondersi in tutta Europa fino a quando, nel 1459, Papa Pio II decise di scioglierlo per accorparlo alla Congregazione di Betlemme, che lui stesso aveva istituito.

L’ospedale sopravvisse per lungo tempo ai cavalieri, restando in attività fino al 1780; le sue strutture costituiscono ancora oggi buona parte del centro storico di Altopascio.

Cosa vedere ad Altopascio

Altopascio si trova in una posizione molto interessante a metà strada tra la bellissima citta di Lucca e Montecatini Terme, una delle località termali più famose di tutta la Toscana. Il centro storico di Altopascio conserva alcuni interessanti monumenti che testimoniano il passato di questa graziosa cittadina. Vediamo insieme quali sono le cose principali da vedere ad Altopascio e nei sui dintorni.

Mura e porte medievali di Altopascio

La storia del castello di Altopascio segue di pari passo l’evoluzione edilizia e politica dell’Ospedale che innescò fin dall’inizio, una serie di ampliamenti più o meno importanti. La prima fortificazione dovrebbe risalire al periodo della fondazione dell’Ospedale, e non è da escludere l’esistenza di una fortificazione ancora più antica, romana o addirittura preromana, posta a sorveglianza dell’antica via Romea.

Altopascio conserva ancora oggi evidenti tracce delle strutture difensive che furono costruite durante il Medioevo. In particolare, si possono ancora notare alcuni tratti delle mura medievali del borgo, anche se nel tempo sono state inglobate dalle abitazioni del centro storico, qualche torre come quella della Voltola, ed alcune delle porte che si aprivano nelle mura. In passato erano quattro: Porta dei Vettori (chiamata anche Porta Fiorentina), Porta Mariani (o Porta Pesciatina), Porta degli Ospedalieri e Porta della Torre Campanaria (non più esistente). Ognuna di queste porte era difesa da una torre di guardia; paradossalmente, quella meglio conservata è proprio la torre campanaria.

Altopascio Porta dei Vettori
Porta dei Vettori (Photo by Mongolo1984 / CC BY)

Piazza Ospitalieri

La piccola ma graziosa Piazza Ospitalieri di Altopascio è uno dei luoghi più suggestivi di tutto il centro storico. Sulla piazza si affacciano alcuni edifici storici come il chiostro dell’antico ospedale (trasformato in una loggia nel Cinquecento), la fattoria medicea e l’edificio del Piaggione, nato come complesso di silos edificato da Pietro Leopoldo nel 1774. Oggi il Piaggione ospita la biblioteca comunale e la Raccolta Storica della vita materiale dell’Antico Altopascio, che testimonia molteplici aspetti della vita materiale del territorio attraverso numerosi reperti di provenienza locale. Al centro della piazza infine si segnala la presenza di antico pozzo a forma ottagonale.

Piazza Ospitalieri di Altopascio
Piazza Ospitalieri di Altopascio (Photo by Sailko / CC BY)

Chiesa di San Jacopo Maggiore

La chiesa di San Jacopo (il nome completo sarebbe chiesa dei Santi Jacopo, Cristoforo ed Eligio) è il principale luogo di culto di Altopascio. Costruita in forme romaniche nel corso del XII secolo, l’antica pieve fu rifatta nell’Ottocento quando la chiesa originaria fu utilizzata come transetto di un nuovo edificio di maggiori dimensioni. Per fortuna, durante quei lavori venne conservata la facciata medievale della chiesa con il suo bellissimo portale, le decorazioni ad archetti ed il rivestimento marmoreo, con fasce di bianche e verdi, che copre la parte più alta della muratura. Davvero notevoli infine le decorazioni scultoree attribuite a Biduino (1180 circa).

Altopascio cosa vedere Chiesa di San Jacopo Maggiore
Chiesa di San Jacopo Maggiore ad Altopascio (Photo by Davide Papalini / CC BY)

Sulla destra, guardando la nuova facciata della chiesa, possiamo ammirare il maestoso campanile che fu costruito intorno al 1280. La struttura è caratterizzata da una serie aperture che seguono lo schema, dal basso verso l’alto, monofora, bifora, trifora e quadrifora, ed è dotato di una merlatura, retaggio della sua antica funzione militare. Su una pietra del muro estero, la torre campanaria porta ancora oggi scolpito l’antico simbolo dei cavalieri del Tau.

Campanile della Chiesa di San Jacopo Maggiore ad Altopascio
Campanile della Chiesa di San Jacopo (Photo by Sailko / CC BY)

Luoghi di interesse nei dintorni di Altopascio

A breve distanza da Altopascio, in località Badia a Pozzeveri, si trova l’antica Badia di San Pietro. Documentata fin dall’XI secolo questa storica abbazia fu di pertinenza dei benedettini prima e dei camaldolesi poi, giungendo all’apice del suo splendore verso la fine del Duecento. Purtroppo, dopo la battaglia di Altopascio del 1325, la badia andò incontro ad un inarrestabile declino da cui non si è più ripresa. Dal 2011, la Badia è oggetto di un vasto progetto di scavo archeologico condotto dall’Università di Pisa in collaborazione con l’Ohio State University.

Se siete amanti della natura, potete valutare una visita alla Riserva naturale del Lago di Sibolla; un ambiente interessante soprattutto per la sua ricchezza floristica: qui si trovano infatti alcuni tipi di piante che sono piuttosto rare in Italia.

Altopascio città del Pane

La città di Altopascio è famosa anche come “Città del Pane” per via della sua secolare tradizione cerealicola. Il pane è anche il protagonista dell’annuale “Festa del Pane” che si tiene in città; un’ottima occasione per assaggiare un tipico prodotto locale!

Come arrivare ad Altopascio

In treno: Altopascio ha una sua stazione ferroviaria che si trova ad appena 500 metri dal centro storico ed è regolarmente servita dai treni regionali.

In auto: la città si trova lungo il percorso dell’autostrada A11, la cosiddetta “Firenze-Mare”, ad una sessantina di chilometri da Firenze, 20 da Lucca.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l’informativa estesa sui cookie. All’interno del sito c’è sempre un link all’informativa estesa. Cliccando sull’apposito tasto acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy